(segue da)

Il secondo caso, invece, è Disturbia (2007), diretto da D.J. Caruso e prodotto da Steven Spielberg, con protagonista Shia LaBoeuf. Il film è un evidente remake del cult, basato sull’omonimo racconto del 1942 di Cornell Woolrich, La finestra sul cortile (che Hitchcock realizzò nel 1954), ma questo piccolo dettaglio non è mai stato esplicitato e la produzione è stata accusata di plagio dalla  Sheldon Abend Revocable Trust, che detiene i diritti dell’opera di Hitchcock. D’altra parte le analogie sono talmente evidenti… Kale, il personaggio di LaBoeuf è un ragazzo costretto agli arresti domiciliari, quindi impossibilitato a muoversi come James Stewart, che aveva una gamba ingessata, ne La finestra sul cortile. Così, il suo passatempo diventa lo spettacolo offerto dal suo vicinato, osservato attraverso le finestre della sua camera, in compagnia di altri due spioni, l’amico Ronnie (Aaron Yoo) e la bella vicina di casa Ashley (la modella Sarah Roemer), che però è lontana anni luce dal fascino di Grace “ghiaccio bollente” Kelly nell’originale, che interpreta la fidanzata di Stewart. Anche per i tre amici, come accadde al buon Jimmy, il gioco si trasforma presto in un pericoloso intrigo, a causa di un vicino di casa sospettato di omicidio… I ragazzi però hanno un armamentario spionistico che il fotoreporter ingessato dell’originale (che disponeva solo di obiettivi per la macchina fotografica più o meno potenti) non avrebbe potuto neanche immaginare, tra telecamere, cellulari e computer… La vicenda dunque è decisamente attualizzata insieme al cast “ringiovanito”: due elementi che evidenziano anche l’intento della produzione di calamitare in sala un pubblico prevalentemente adolescente, che potesse immedesimarsi con i protagonisti. E il film, costato circa 20 milioni di dollari, viene premiato al botteghino dalla generazione dei reality show con un incasso di oltre 117,7 milioni di dollari.

Prima di Disturbia, La finestra sul cortile fu già oggetto nel 1998 di un rifacimento per la tv, Rear Window, con protagonisti l’ex Superman Christopher Reeve e Daryl Hannah. Costretto dal ’95 su una sedia a rotelle dopo l’incidente a cavallo che lo rese tetraplegico, Reeve interpretò il ruolo che fu di Stewart, impersonando un portatore d’handicap che si ritrova ad assistere a un omicidio dalla sua finestra. L’originale è stato citato anche come parodia nell’episodio de I Simpson intitolato La finestra sul giardino.

Il trailer di Disturbia:

Una scena de La finestra sul cortile:

Quando i film rinascono in America

Le fortune del made in Italy

Il caso Hitchcock

Le innovazioni tecnologiche

La rinascita degli horror

I cult della ri-fantascienza

© RIPRODUZIONE RISERVATA