Pubblichiamo gli estratti del Pressbook ufficiale del film:

I filmmaker sono andati alla ricerca di attori in grado di interpretare e rendere al meglio il mondo di TRON: Legacy, sia nelle vesti di user sia nelle vesti di programmi. Il primo step da compiere era ridisegnare Jeff Bridges nella sua reinterpretazione del personaggio di Kevin Flynn, il geniale creatore di videogame e il suo antagonista, lui da giovane nei panni di Clu. Non è stato difficile convincere Bridges, Premio Oscar per Crazy Heart. “Il regista Joe Kosinski mi ha spiegato l’idea in poche parole”, racconta l’attore. “Bisogna dare atto alla Disney di aver visto lungo sul suo conto. Sono brillanti perché lui è una persona molto tranquilla. Ha fatto un riassunto della storia meraviglioso, è stato questo ad intrigarmi di più. Dopo mi ha mostrato il reel e ho potuto osservare parte della tecnologia a sua disposizione. Per questo come è stato come per il primo film, era altamente tecnologico allora e allo stesso modo è oggi. In più è per me un modo completamente diverso di fare un film”. Il passo successivo era trovare l’attore giusto per interpretare il ruolo di Sam, il figlio di Kevin Flynn, che avrebbe recitato al fianco di Jeff Bridges.

Centinaia sono stati i ragazzi provinati ma alla fine la decisione è stata quella di ingaggiare il giovane ed esordiente Garrett Hedlund (Friday Night Lights, Four Brothers – Quattro Fratelli). Hedlund ha dovuto allenarsi in motocicletta, per gli scontri corpo a corpo, ha dovuto esercitarsi nella capoeira e nel parkour per preparare il personaggio di Sam e la sua passione per gli sport estremi. Ma Bridges ha subito accolto Hedlund sotto la sua ala protettiva per aiutarlo ad affrontare la preparazione per tutto quanto era richiesto per un film così impegnativo. Commenta il giovane attore: “Ho sempre visto lui come un padre che tutti vorrebbero avere, perché ha un lato del carattere molto giocoso e allo stesso tempo è una persona molto saggia”. Olivia Wilde (Dr. House, Turistas) è nel cast nei panni di Quorra, una bravissima guerriera confidente di Kevin Flynn. La Wilde non aveva mai interpretato un ruolo che richiedesse un così tale impegno fisico ma era pronta all’alenamento che sia lei sia Hedlund hanno dovuto seguire per la preparazione dei rispettivi personaggi. “Non ho mai fatto nulla come in questo film, ha richiesto più impegno di quanto mi aspettassi ed è stato grandioso. Fortunatamente la nostra squadra di allenatori è stata incredibile”, racconta l’attrice. Wilde ha amato subito il personaggio di Quorra. “È fantastico poter recitare in un ruolo femminile così forte, così capace”, continua la Wilde. “Considerando che questo è un film incentrato molto sui personaggi maschili. Nella storia ha un ruolo molto importante ed è un personaggio femminile che non ho mai visto prima d’ora”. “Sono convinta”, continua, “che questo film sarà apprezzato anche dalle donne e dalle giovani ragazzine. Vorrei che loro si sentissero molto vicine al personaggio, che può esser per loro un’esempio di grande vitalità ed energia”.

Per Michael Sheen non è stata necessaria un’introduzione al mondo degli effetti speciali, avendo lui interpretato il ruolo di Lucian nel film Underworld. In TRON: Legacy interpreta il ruolo di Castor, il proprietario di un sofisticato club alla moda. A metà tra l’oscurità e la luce, Castor è per Sheen un personaggio molto interessante. “Io sono un programma. In realtà non sono una persona. Ma poiché nel mondo digitale virtuale i programmi sono umanizzati, è interessante porsi la domanda che tipo di programma è lui? Il mio personaggio è uno dei primi programmi del gioco, o almeno questo è quanto lui dice di essere, per cui ho lavorato perché lui fosse un po’ la storia del mondo di TRON”. Nel cast sono presenti anche Bruce Boxleitner (“Heroes,” “Babylon 5”), di nuovo nel ruolo di Alan Bradley del primo TRON; James Frain (“True Blood,” “The Tudors”) nei panni di uns eguace di Clu e Beau Garrett (“Criminal Minds,” “Entourage”), a capo delle Sirens.

Torna all’indice del pressbook

© RIPRODUZIONE RISERVATA