Il Trono di Spade

Nonostante sia passato ormai tempo a sufficienza per digerire il discusso finale de Il Trono di Spade, in tanti sono ancora turbati dall’epilogo che gli autori hanno riservato a diversi personaggi principali della serie. Ovviamente, su tutti troviamo Daenerys, trasformatasi nel giro di pochissimi episodi in una vera e propria villain senza che la trama giustificasse in maniera chiara questo cambiamento. Se vi siete persi la vera ragione per cui ciò è accaduto, potete scoprirlo a QUESTO articolo.

Un altro volto molto apprezzato dal pubblico, per via del suo arco narrativo che lo porta ad una sorta di redenzione dopo un passato non esattamente da eroe, è Jaime Lannister, che proprio come la Madre dei Draghi incontra un destino che ha fatto storcere il naso a molti. Forse anche al suo stesso interprete, Nikolaj Coster-Waldau.

L’attore ha infatti rivelato di aver quasi appoggiato la petizione che, all’epoca del debutto del finale, era stata lanciata sul web per convincere HBO a modificarlo. Le ragioni dichiarate dagli autori erano appunto che si trattasse di una conclusione troppo “sbrigativa” per uno show di tale portata e poco lineare nello sviluppo di alcuni personaggi centrali. E a quanto pare, almeno in parte, l’interprete di Jaime concordava con il contenuto della petizione:

«Ovviamente ne ho sentito parlare. Sapevo di questa petizione in cui si chiedeva un nuovo finale. Un’idea che pensavo fosse davvero esilarante. Ma stavo quasi per donare a favore. Immaginavo HBO che diceva: “Sì, avete ragione, tante persone lo vogliono, quindi lo faremo”. Penso che tutti avessero la loro opinione al riguardo. Trovo il mondo del fandom davvero interessante. Ognuno voleva qualcosa di specifico e diverso da quello che ha ottenuto alla fine.»

La cosa ironica, comunque, è che l’attore ha poi dichiarato di aver apprezzato il finale, ammettendo che forse non esistevano altri modi possibili per concludere un simile viaggio:

«Per me andava bene. Era ok. Era grandioso. Come finisci una storia del genere? Riparliamone tra dieci anni, allora si potrà fare qualcosa. Attualmente credo che sia troppo presto.»

E voi cosa ne pensate? Vi è piaciuto il finale de Il Trono di Spade?

Ricordiamo che l’universo letterario creato da George R. R. Martin tornerà presto sugli schermi con House of the Dragon, spin-off dedicato alla storia della Casa dei Draghi e tratto dal romanzo Fire & Blood. La prima stagione sarà ambientata 300 anni prima de Il Trono di Spade e ripercorrerà tutte le tappe più importanti dell’ascesa al potere della dinastia di Daenerys, divenuta poi la più potente di Westeros. Nel cast troviamo Paddy Considine (Viserys I Targaryen), Emma D’Arcy (Rhaenyra Targaryen), Olivia Cooke (Alicent Hightower), Matt Smith (Daemon Targaryen), Rhys Ifans (Otto Hightower), Steve Toussaint (Corlys Velaryon), Eve Best (Rhaenys Velaryon), Sonoya Mizuno (Mysaria) e Fabien Frankel (Criston Cole).

Fonte: Variety

Foto: MovieStills

© RIPRODUZIONE RISERVATA