Negli ultimi 20 anni la serialità televisiva è esplosa come non mai: show con budget da blockbuster entrati di diritto nella storia della tv sono affiancati da piccoli capolavori che hanno accompagnato per anni e anni un pubblico insaziabile.

L’enorme disponibilità favorita dalle nuove piattaforme e dall’interesse delle produzioni, però, non sembra in grado di intaccare il fascino di alcune serie tv, che anche dopo anni restano tra le più viste, riviste e cercate. Un nuovo studio ora ha rivelato quali sono le 20 serie TV che non riusciamo a smettere di guardare.

A condurlo è stata compagnia di biglietti di auguri online Thortful, che fornisce una piattaforma per creativi indipendenti per vendere i loro disegni da tutto il mondo. Incrociando vare metriche tra cui dati IMdB (come reviews, classifiche, recensioni), volumi di ricerca e trends searches, è emersa questa classifica. A ispirarla, anche il fatto che durante l’ultimo anno le ricerche di questi iconici box sets, o del tipo “grandi serie tv da guardaresono aumentate del 1300%.

POTETE VEDERLA NELLA GALLERY IN CALCE ALL’ARTICOLO

Sono molte le cose interessanti che emergono dall’elenco, che si differenzia leggermente tra la versione statunitense e quella inglese, ma non nelle prime 3 posizioni della classifica, dove domina la serie Friends. Nessuna sorpresa quindi che si sia tenuta una speciale reunion oltre un decennio dopo la fine dello show.

Tra le prime 20, ben 19 sono produzioni statunitensi: fa eccezione solo la britannica Doctor Who e questo mette ancora più in risalto lo strapotere dell’industria televisiva americana. Neppure un grande show britannico come The Crown o Black Mirror sono riuscite ad entrare nella classifica.

Tra i grandi essenti emersi dalla ricerca di Thortfulche potete consultare QUI – spicca il nome della serie evento dello scorso decennio, ovvero Il Trono di Spade. A farle spazio sono alcune serie estremamente longeve, come i noti Law and Order, Criminal Minds e NCIS

Siete d’accordo con la classifica qui sotto? Cosa avreste messo oppure tolto?

© RIPRODUZIONE RISERVATA