Sono state delle ore di fuoco per i fan di The Mandalorian. Proprio in giornata l’acclamata serie spin-off di Star Wars ha infatti perso una delle sue attrici, Gina Carano, licenziata da Lucasfilm dopo la nuova polemica legata ai suoi tweet.

Come già spiegato nei precedenti articoli sul tema, l’interprete di Cara Dune si è resa protagonista di alcune controversie social nel corso di questi mesi. La prima è nata durante le elezioni presidenziali statunitensi, quando in sostegno a Donald Trump aveva pubblicato dei tweet in cui alludeva a dei presunti brogli ai danni del candidato repubblicano. La seconda era invece legata al Covid, e ha visto l’attrice schierarsi contro l’uso delle mascherine, definite “un inganno della sinistra”. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è arrivata però negli ultimi giorni, quando Gina Carano ha scritto un post in cui veniva fatto un parallelismo tra gli Stati Uniti dei giorni nostri e la Germania nazista, alludendo al fatto che i conservatori siano vittime di persecuzioni paragonabili a quelle subite dagli ebrei. QUI LE DICHIARAZIONI COMPLETE.

Dopo quest’ultimo post, la Lucasfilm ha deciso di prendere dei provvedimenti, facendo sapere che l’attrice non sarà più coinvolta nel franchise di The Mandalorian.

Facciamo però un passo indietro.

Secondo quanto riportato da THR, sembra che la major avesse in programma di realizzare uno spin-off incentrato proprio su Cara Dune, progetto che avrebbe dovuto essere annunciato durante il Disney Investor Day, insieme a quello su Ahsoka Tano e gli altri. Le cose sono cambiate quando, con i suoi primi tweet, l’attrice ha scatenato delle accese polemiche sui social, dove si è diffuso in poco tempo l’hashtag #FireGinaCarano, che ne chiedeva appunto il licenziamento.

Stando al report di THR, a quel punto la Lucasfilm sarebbe corsa ai ripari, facendo saltare i piani per il progetto standalone e iniziando a prendere in considerazione l’idea di allontanare Cara Dune anche dalla serie madre: «Stavano cercando una valida motivazione per licenziarla ormai da due mesi, ha spiegato una fonte al sito, e questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.»

Insomma, a quanto pare i tweet dell’attrice hanno influenzato l’arco narrativo di Cara Dune più del previsto, considerando che non solo il personaggio ha perso la possibilità di essere sviluppato in uno spin-off, ma anche che verrà tagliato fuori – a meno di un recast – anche da The Mandalorian.

Foto: MovieStills

© RIPRODUZIONE RISERVATA