Post mortem Nessuno muore a Skarnes

Post Mortem – Nessuno muore a Skarnes è il titolo della nuova serie norvegese appena approdata su Netflix. Appartiene al genere horror ed è diretta da Harald Zwart, regista de La Pantera Rosa 2, The Karate Kid – La leggenda continua e Shadowhunters – Città di ossa.

Leggi anche: Luna Park: la nuova serie italiana targata Netflix

Post Mortem – Nessuno muore a Skarnes: trama e trailer

“È tornata dal mondo dei morti ed è assetata di sangue – leggiamo su Netflix -. Nel frattempo l’impresa di pompe funebri di famiglia ha tanto bisogno di lavorare. Aspetta un attimo: e se…”

Live Hallangen vive a Skarnes, un paesino della Norvegia meridionale con duemila abitanti. Il fratello Odd gestisce l’agenzia funebre di famiglia, con non poche difficoltà, perché “A Skarnes si fa una vita sana e non muore (quasi) nessuno”. Quasi, appunto. Perché ad essere trovata senza vita sarà proprio Live. Due uomini notano il suo corpo in un campo, mentre facevano jogging. Dichiarata deceduta dal medico legale, la donna si sveglia proprio un momento prima che inizi l’autopsia. Presto, però, si rende conto di non essere più la stessa. La notte fa fatica a dormire e i suoi sensi sembrano essersi affinati. Riesce infatti a sentire le pulsazioni della gente e ha sviluppato una forza sovrumana. Ma più di tutto, sente un’irresistibile bisogno di sangue.

Il nuovo impulso omicida di Live potrebbe tornare utile all’impresa di famiglia, ma quando la placida quotidianità di Skarnes inizierà ad essere scossa da terribili delitti, i sospetti ricadranno subito su di lei. Live dovrà imparare a controllare la sua nuova natura se vorrà proteggere se stessa e i suoi cari. Per farlo, avrà bisogno di capire cosa le è davvero accaduto. Le indagini la porteranno a esplorare l’oscuro passato della madre e i legami degli Hallangen.

IL TRAILER

La prima stagione è composta da sei episodi, ciascuno della durata di circa 45 minuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA