State a casa film

State a casa film diretto da Roan Johnson sarà distribuito nelle sale cinematografiche dal 1 luglio. Nel cast, composto da giovanissimi attori, Dario Aita, Giordana Faggiano, Lorenzo Frediani e Martina Sammarco, con la partecipazione di Tommaso Ragno.

Il titolo richiama volutamente l’imperativo diffusosi allo scoppio della pandemia da Covid19. La pellicola è infatti una black-comedy sull’emergenza sanitaria che da più di un anno ha stravolto le nostre vite.

Leggi anche: Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto: dal 26 agosto al cinema

State a casa film sulla pandemia: la trama

“Il mondo là fuori è bloccato da una pandemia, e in lockdown un appartamento a Roma diventa lo stesso di Milano, Napoli, Parigi e New York – recita la sinossi – Ognuno vive una storia identica a tutti gli altri e al contempo unica e personale. Ma questo è un film su un altro virus, ben più pericoloso, che si nasconde nella natura umana.”

Siamo a Roma. Il film racconta la storia di quattro ragazzi, tutti sotto i trent’anni, che condividono un appartamento. Bloccati in casa dal lockdown a causa dello scoppio dell’emergenza sanitaria, i giovani non se la passano tanto bene. Devono infatti ormai troppi soldi al loro vicino nonché padrone di casa, tanto ricco quanto viscido. Data la situazione, i quattro architettano un piano per risolvere i loro problemi, a discapito proprio del padrone di casa. In che modo? Ricattandolo con una finta avance sessuale da parte di una sua giovane inquilina, verso la quale l’uomo manifesta da tempo un certo interesse.

Basterà trovare il momento giusto, scattare una foto… Ma ben presto i giovani si renderanno conto che ad essersi insinuato nelle loro vite non è solo il Coronavirus. In un crescendo di tensione e delirio, le azioni dei quattro ragazzi diventeranno sempre più ambigue, travolgendo e stravolgendo i loro sogni, amori e speranze. Sino a un finale del tutto inaspettato.

IL TRAILER

State a casa film
Tommaso Ragno, Martina Sammarco, Dario Aita, Roan Johnson, Giordana Faggiano e Lorenzo Frediani | Foto: Getty Images

“L’organismo malato è la terra e il virus siamo noi”.

Le riprese si sono svolte a Roma nel mese di novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA