Titolo Originale: La Variabile Umana

Anno: 2013

Nazione: Italia

Genere: Drammatico

Regia: Bruno Oliviero

Cast: Alice Raffaelli, Sandra Ceccarelli, Silvio Orlando, Giuseppe Battiston

Durata minuti: 85'

Distribuzione: BIM Distribution

La notte, le finestre dei palazzi di Milano nascondono stanze e vite private.
A volte, come in questa notte, nascondono uffici, e un uomo: è l’ispettore Monaco (Silvio Orlando), stanco del suo lavoro da quando tre anni prima è morta la moglie.
Sulla sua scrivania arrivano documenti, fotografie di omicidi, i residui freddi dei delitti: perché le regole che l’ispettore Monaco si è dato per resistere non prevedono più il contatto con le persone, e con gli odori della violenza. Solo carte da controllare.
E stanotte, in queste stanze della Questura, oltre al caso dell’omicidio del signor Ullrich, entra anche Linda (Alice Raffaelli) – la figlia dell’ispettore – fermata perché trovata con una pistola. La solidità apparente di Monaco protetto dalla burocrazia è messa a repentaglio dal suo ruolo di padre. Si rende conto dell’abbandono in cui ha lasciato la sua vita privata, e anche – drammaticamente – di non essere più il poliziotto di una volta, il maestro di tanti altri poliziotti, neppure di Levi (Giuseppe Battiston), suo allievo e amico.
Ma il caso Ullrich, sul quale si sollevano pressioni politiche per la notorietà della vittima, costringe Monaco a partecipare alle indagini, di nuovo insieme a Levi.
E lo porta a scoprire un mondo metropolitano di decadenza e promiscuità, popolato anche da ragazzine come Linda, di cui si ritrova a seguire le tracce di una vita sotterranea, e sulle orme di vite apparentemente comode e distanti, come quella della signora Ullrich (Sandra Ceccarelli).
L’alba getta luce su una nuova e crudele realtà, che Monaco deve scegliere come affrontare, da poliziotto o da padre. È cercando se stesso che ritroverà anche Linda, e una verità che non è come sembrava.

© RIPRODUZIONE RISERVATA