La notizia, se confermata, sarebbe di quelle “toste”, capace di far saltare sull’attenti schiere di fan. E’ arrivata voce infatti del ritrovamento di parti inedite niente meno che di 2001: Odissea nello spazio, il film cult di Stanley Kubrick che nel 1968 conquistò schiere di appassionati in tutto il mondo e che da allora (quindi oltre quarant’anni) continua a rimanere uno dei capisaldi dei film di fantascienza.
Di cosa si tratta? Stando a quanto sta circolando in queste ore sui siti di mezzo mondo, Douglas Trumbull, la persona che curò la realizzazione degli effetti speciali nella pellicola, nel corso della proiezione di un suo documentario proprio su 2001: Odissea nello spazio, avrebbe dichiarato di aver ritrovato in circostanze del tutto particolari (all’interno di una miniera di sale del Kansas) una pellicola contenente 17 minuti inediti del film «perfettamente conservati». Per ora non si hanno conferme (ma nemmeno smentite), quindi è caccia al video, della cui autenticità ed esistenza gli esperti non nutrono particolari dubbi. Partendo infatti da un dato certo (l’unico, per ora, in tutta la faccenda), ovvero che la prima versione del film era di 160 minuti, mentre quando uscì era diventata di 141 (come riporta anche la “Bibbia” del settore, la banca dati online Imdb), si deduce che Kubrick ne tagliò 19. Questo potrebbe quindi avvalorare l’ipotesi che i 17 minuti ritrovati siano la stragrande maggioranza della “parte mancante” del taglio che il regista effettuò per la realizzazione del film nel 1968. Spezzoni che dovrebbero contenere, tra le altre, una scena in cui Dave Bowman (Keir Dullea) cercava di sostituire un’antenna e una passeggiata nello spazio di Frank Poole (Gary Lockwood) prima di essere ucciso.

Vi ricordiamo che 2001: Odissea nello spazio si è piazzato secondo nella nostra classifica sui Film rompicapo

Leggi l’approfondimento sugli effetti speciali di 2001: Odissea nello spazio nel nostro speciale Cinema ad effetto

© RIPRODUZIONE RISERVATA