Povero Macaulay Culkin: era un bambino prodigio, amato dalle mamme di tutto il mondo, protagonista dei più grandi capolavori della sua epoca (come dimenticare Richie Rich, per esempio?) e lanciato verso una luminosa carriera. Poi, purtroppo per lui, le cose sono andate precipitando nel tunnel della droga e della ricchezza precoce, con l’ulteriore dramma della perdita della fidanzata, e cioè Mila Kunis.

Non vogliamo ridere delle disgrazie altrui, ma non si può non pensare che, avendo cominciato la carriera con un film che si chiama Mamma ho perso l’aereo, un po’ il buon Mac se le sia andate a cercare. Perché non è che il ragazzino in questione perdesse solo l’aereo: perdeva anche la famiglia, il Natale in compagnia, i regali, qualche anno di vita (grazie a Joe Pesci e alla sua faccia raccomandabile), insomma tutto quanto (tranne l’abitudine di spuntare ogni anno intorno al 20 dicembre sulle nostre tv). Da lì alla perdita della dignità il passo è breve…

Guarda la terza posizione

Guarda la quinta posizione

© RIPRODUZIONE RISERVATA