Nathan (Taylor Lautner), teenager energico e capitano della  squadra di wrestling della scuola, scopre per caso su un sito  che mostra le foto di ragazzini rapiti un volto che sembra proprio  il suo una decina di anni prima. La scoperta e le domande che ne  seguono non passano inosservate: Nathan si ritrova alle calcagna  una squadra di agenti armati, che prima gli distruggono la casa  e poi gli freddano i (presunti) genitori (Jason Isaacs e Maria Bello). Il film praticamente inizia qui, con Nathan che fugge in compagnia dell’amica Karen (Lily Collins): un po’ cerca di salvarsi la  vita, e un po’ cerca di scoprire cosa sta succedendo. Nel frattempo mena le mani meglio di Jason Statham, va a letto con Karen, schiva le pallottole, guida una BMW e minaccia al telefono i capi dell’organizzazione che gli dà la caccia. Se vi sembra tutto già sentito, avete ragione. Ma mentre il suo rivale in Twilight lavora con Cronenberg in Cosmopolis, anche Lautner tenta di costruirsi una carriera da solista: e naturalmente parte dai fondamentali.

Regia: John Singleton
Interpreti: Taylor Lautner, Lily Collins, Alfred Molina, Sigourney Weaver
Trama: Nathan scopre di essere stato rapito quand’era bambino. Ma chi sono i suoi genitori?
Genere: thriller
Durata: 106’

Da vedere perché: per capire di cosa è capace Lautner al di fuori della Twilight Saga e se può mettersi sulle orme di Shia LaBeouf.

Nelle sale dal 7 ottobre 2011

Guarda il trailer

Leggi la recensione

La scheda è pubblicata su Best Movie di ottobre a pag.105

© RIPRODUZIONE RISERVATA