Una triste notizia quella che apre la giornata di oggi: il grande cineasta Wes Craven, autore di due fondamentali franchise horror (Nightmare e Scream), è scomparso nella notte. Aveva 76 anni, ed era malato da tempo di cancro al cervello.
La sua morte è stata annunciata dal canale Twitter ufficiale (vedi in fondo all’articolo).

Craven rimarrà nella Storia della settima arte per essere stato uno dei registi più importanti del genere, grazie all’impronta rivoluzionaria e fondativa che diede alla quadrilogia metacinematografica e autoironica di Scream e al cult di larga influenza Nightmare, senza dimenticare L’ultima casa a sinistra (incredibile esordio) e i due Le colline hanno gli occhi.

Non solo horror, tuttavia: diresse anche un encomiabile dramma (La musica nel cuore, con Meryl Streep), con cui dimostrò ulteriormente la propria cura dei personaggi e la brillantezza della sceneggiatura, e, non da ultimo, il tocco di umanità che ha sempre portato a un grado superiore le sue opere.

L’ultimo lavoro del filmmaker dietro la macchina da presa è stato il capitolo conclusivo di Scream (2011), talmente stratificato e aggiornato alla modernità da aver portato, quattro anni dopo, al rilancio della saga in una serie televisiva targata MTV, la cui prima stagione è in corso.

Lo ricordiamo con una carrellata video delle scene migliori dalle sue opere di punta.

 

 

Fonte: Collider
Foto: Getty 

© RIPRODUZIONE RISERVATA