Altrimenti ci arrabbiamo

Era il 1974 quando Altrimenti ci arrabbiamo esplose nelle sale italiane, diventando in poco tempo uno dei film di maggior successo al box office, oltre che una delle opere più amate dell’acclamata coppia Bud Spencer & Terence Hill.

E oggi, a distanza di oltre quarant’anni, il film simbolo del genere buddy torna a rivivere sul grande schermo. Sono appena iniziate le riprese del nuovo Altrimenti ci arrabbiamo: non un remake ma un reboot, omaggio ad un film che è diventato di culto per più di una generazione.

Qui la sinossi:

Carezza e Sorriso, fratelli molto diversi tra loro e in lite fin dall’infanzia, dovranno mettere da parte le loro controversie per recuperare la mitica Dune Buggy, un tempo appartenuta al loro amato papà e ora sottrattagli da Torsillo, uno speculatore edilizio senza scrupoli, e da suo figlio Raniero. Nel farlo, stringeranno un’insolita alleanza con una comunità di circensi, capeggiata dalla bella e pericolosa Miriam e minacciata dagli affari poco puliti di Torsillo. Tra inseguimenti rocamboleschi, scazzottate memorabili e delicati pasti a base di birra e salsicce, riusciranno i due fratelli a ritrovare la loro amata macchina?

Prodotto da Lucky Red e Compagnia Leone Cinematografica, il film è diretto da Niccolò Celaia e Antonio Usbergo, meglio noti come YouNuts!, già autori di Sotto il sole di Riccione.

Scritto da Vincenzo Alfieri, Giancarlo Fontana, Tommaso Renzoni e Giuseppe Gennaro Stasi su un soggetto di Paolo Fondato, Manuel Fondato e Francesco Cenni, il film vede nel cast Edoardo Pesce, Alessandro Roja, Alessandra Mastronardi e Christian De Sica.

Qui il poster ufficiale:

altrimenti ci arrabbiamo

Foto: Getty (United Archives)

© RIPRODUZIONE RISERVATA