Angelina Jolie Harvey Weinstein

Non ha tardato ad arrivare la replica di Harvey Weinstein ad Angelina Jolie. L’attrice ed ex moglie di Brad Pitt negli scorsi giorni ha rilasciato un’intervista al The Guardian in cui ha accusato l’ex produttore di averla aggredita.

La Jolie ha infatti dichiarato che nel 1998, durante la produzione di Scherzi del cuore, una commedia targata Miramax, aveva provato ad avvertire il marito Jonny Lee Miller: «Dissi a Jonny, il mio primo marito, che era fantastico, di spargere la voce con gli altri ragazzi: non lasciate che le ragazze vadano da sole con lui». Quindi, ha aggiunto che proprio a causa di Weinstein è rimasta ferita da Brad Pitt.

«Mi era stato chiesto di fare The Aviator – ha rivelato la Jolie, parlando del film prodotto  dalla Miramax di Weinstein – ma ho detto di no perché lui era coinvolto». Al contrario, l’ex marito e padre dei suoi figli ha accettato di fare da protagonista in Bastardi senza Gloria: «Abbiamo litigato per questo. Ovviamente mi ha ferita», ricorda l’attrice.

Ora, è arrivata la risposta proprio di Harvey Weinstein, condannato a 23 anni di carcere per stupro di terzo grado e atti sessuali criminali di primo grado. Secondo quanto riportato da TMZ, l’ex potente produttore ha commentato così, tramite un suo assistente, l’accusa di Angelina Jolie:

«È molto chiaro per me che tutto questo è per far vedere di più il libro di Angie. Non c’è mai stata un’aggressione e mai neppure un tentativo di aggressione. È sfacciatamente falso e pubblicità clickbait. Sei Angelina Jolie, ogni uomo o donna nel mondo, ne sono sicuro, ti dimostra interesse. Tutto il mondo ti aggredisce quindi?».

Foto: Getty Images

Fonte: TMZ

© RIPRODUZIONE RISERVATA