Come dimenticare la sensuale bionda che ha fatto il bagno nella fontana di Trevi a Roma ne La dolce vita di Federico Fellini? Sono passati 51 anni da quando Anita Ekberg portava Marcello Mastroianni sotto il getto d’acqua della capitale e sono passati già 80 anni dalla sua nascita, il 29 settembre 1931 a Malmö, Svezia.

La Ekberg entrò nel mondo dello spettacolo grazie al titolo di Miss Svezia e la partecipazione al concorso per diventare Miss Universo. Non vinse, ma ottenne un contratto come modella negli Stati Uniti dove iniziò ad attirare l’attenzione di produttori e registi. Vinse un Golden Globe (unico premio della sua lunga carriera) come nuova promessa del cinema. È però con Fellini e La dolce vita che la Ekberg divenne famosa. La scena insieme a Mastroianni nella fontana di Trevi è diventata una delle più memorabili della storia del cinema. Dopo questa esperienza, l’attrice rimase altri dieci anni in Italia e girò una ventina di film, da Boccaccio ’70 (a cui si è ispirato Woody Allen per il suo nuovo lavoro, Bop Decameron) al film di Dino Risi, A porte chiuse, da Scusi, lei è favorevole o contrario? di e con Alberto Sordi a Sette volte donna di Vittorio De Sica, per poi tornare, nel 1987, a lavorare con Fellini in Intervista. Le sue ultime interpretazioni sono in Il nano rosso (1998) di Yvan Le Moine e nella serie televisiva Il bello delle donne (2002) con Stefania Sandrelli e Giuliana de Sio.

La notorietà di Anita Ekberg è però legata anche alle sue storie d’amore che hanno riempito i rotocalchi degli anni ’60 e  ’70. Sposata due volte, prima con l’attore Rik Van Nutter e poi con il collega Anthony Steel, ha avuto un flirt con il cantante Frank Sinatra (sembra che le avesse pure fatto una proposta di matrimonio), con Gianni Agnelli e il regista Dino Risi anche se l’attrice ha smentito («Era lui che avrebbe voluto avere una storia con me»).

Tanti amori, tanti successi, ma nel giorno del suo compleanno la Ekberg è sola a spegnere le candeline. «Vuole sapere se mi sento un po’ sola? – ha detto in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera qualche giorno fa – Sì, un po’ sì. Ma non ho rimpianti. Ho amato, pianto, sono stata pazza di felicità. Ho vinto e ho perso. Non ho un marito, non ho figli». L’attrice passerà il suo ottantesimo compleanno nel reparto lungodegenza della clinica in cui è ricoverata da agosto per la rottura del femore destro. Un anno fa si spezzò il femore sinistro. «Ora stanno cercando di rimettermi in piedi – ha commentato – E pensare che a Fellini piaceva moltissimo come camminavo». Tra rimpianti e un po’ di solitudine, Anita Ekberg cerca comunque di guardare a questo evento con ottimismo: «Sempre in giro a girare film, non ho mai dato troppo peso al compleanno. Stavolta però le suore (che gestiscono la clinica, ndr.) organizzeranno un bel pranzo in mio onore». (Foto: Getty Images)

Noi le facciamo tanti auguri, celebrandola con questi video e queste immagini:

La dolce vita

Boccaccio ’70

Intervista all’attrice:

Marcello Mastroianni e Anita Ekberg in La dolce vita:

La dolce vita Ekberg Mastroianni Getty

Federico Fellini e Anita Ekberg:

Fellini Ekberg Getty

Anita Ekberg al Festival del cinema di Roma 2010:

Anita Ekberg 2010 Getty

(Fonte: Corriere.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA