Army of the dead

In una recente intervista con Vulture, l’ex star del wrestling Dave Bautista, noto al pubblico dei cinecomic per il ruolo di Drax nel franchise Guardiani della Galassia e recentemente protagonista dello zombie movie Army of the Dead, ha svelato quali sono i ruoli che predilige in un film.

E al contrario di quanto la sua fisicità possa suggerire, i personaggi che meno gli interessa portare sullo schermo sono proprio i classici eroi da film d’azione: potentissimi e privi di debolezze. Un chiaro esempio di questa sua predilezione è lo Scott Ward di Army of the Dead, forte quanto basta ma al contempo una figura paterna apprensiva e dalla personalità ricca di fragilità, paure, insicurezze. Quando gli è stato chiesto come faccia a dar vita a personaggi che uniscono sapientemente queste due caratteristiche, l’attore ha spiegato:

«Penso che chi interpreta una star action cerchi solitamente dei modi per rendersi più alpha, più mascolino, più eroico. A me non interessa. Voglio sempre l’opposto. Cerco modi per allontanarmi dall’impressione che la mia statura e la mia fisicità danno, per rendermi più vulnerabile. È qualcosa che ho imparato nel wrestling professionistico, ed è stato lo stesso nel film. Quindi, faccio piccole cose in proposito. Non ho sempre il petto in fuori o le braccia gonfie. Non voglio sembrare una action figure. Voglio umanizzarmi e rendermi più riconoscibile, il che non è facile quando sei costruito come un gorilla. Tutto quello che posso fare per allontanarmi dalla mia fisicità aiuta, e anche gli occhiali sembrano fare molto.»


Army of the Dead, ricordiamo, è diretto da Zack Snyder ed è attualmente disponibile per lo streaming su Netflix. Nel cast, al fianco di Dave Bautista troviamo Ella Purnell (Kate Ward), Omari Hardwick (Vanderohe), Ana de la Reguera (Cruz), Theo Rossi (Burt Cummings), Matthias Schweighöfer (Ludwig Dieter), Nora Arnezeder (Lily “Coyote”), Hiroyuki Sanada (Hunter Bly), Garret Dillahunt (Martin), Raúl Castillo (Mikey Guzman), Huma Qureshi (Geeta), Samantha Win (Chambers), Richard Cetrone (Zeus), Michael Cassidy (sergente Cassidy) e Tig Notaro (Marianne Peters).

Qui la sinossi ufficiale:

Il film è ambientato a Las Vegas dopo un’invasione zombie che l’ha lasciata in rovina e isolata dal resto del mondo. Quando Scott Ward, ex eroe della guerra contro gli zombie che ora cucina hamburger alla periferia della città, viene avvicinato dal boss di un casinò Bly Tanaka, riceve una proposta incredibile: entrare nella zona di quarantena infestata dagli zombie per recuperare 200 milioni di dollari sepolti nel caveau del casinò prima che la città venga bombardata dal governo entro 32 ore. Spinto dalla speranza che la ricompensa possa spianare la strada ad una riconciliazione con la figlia Kate, Ward accetta la sfida, mettendo insieme una squadra sconclusionata. Maria Cruz, un asso della meccanica e vecchia amica di Ward; Vanderohe, una macchina ammazzazombie; Marianne Peters, cinica pilota di elicotteri; Mikey Guzman, un influencer stravagante e Chambers, il suo ride-or-die; Martin, capo della sicurezza del casinò; un audace guerriero conosciuto come il Coyote che recluta Burt Cummings, una viscida guardia di sicurezza; un abile scassinatore tedesco di nome Dieter. Scott trova un inaspettato ostacolo emotivo quando Kate si unisce alla spedizione per cercare Geeta, una madre scomparsa in città. Con il ticchettio del tempo che scorre, un caveau notoriamente impenetrabile e un’orda di zombie Alpha più intelligenti e veloci che si avvicina, solo una cosa è certa nella più grande rapina mai tentata: i sopravvissuti si prendono tutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA