Ashton Kutcher

Si è chiuso con una condanna alla pena capitale il processo contro Michael Gargiulo, 45 anni, il noto serial killer statunitense accusato degli omicidi di tre donne e del tentato omicidio di una terza. Tra le vittime anche l’ex fidanzata dell’attore Ashton Kutcher, che ha testimoniato contro l’imputato.

Divenuto tristemente noto con il nome di “squartatore di Hollywood” – per via della zona in cui agiva – l’uomo avrebbe commesso il suo primo crimine nel 1993 in Illinois, anno in cui la sua vicina di casa, la diciottenne Tricia Pacaccio, venne ritrovata senza vita sul pianerottolo di casa.

Traferitosi in California, nel febbraio del 2001 Gargiulo ha assassinato con 47 coltellate anche la ventiduenne Ashley Ellerin, all’epoca legata sentimentalmente all’attore, con cui avrebbe dovuto cenare proprio la sera dell’omicidio. Ashton Kutcher ha dichiarato di aver suonato più volte alla porta di casa senza ricevere risposta, decidendo di andarsene poco dopo perché convinto che la giovane non fosse in casa. 

Nel 2005 è stato il turno della trentaduenne Maria Bruno, un’altra vicina di casa di Gargiulo, uccisa dal killer con 17 coltellate nella sua abitazione di El Monte, mentre tre anni dopo, l’uomo ha tentato di assassinare anche la ventiseienne Michelle Murphy a Santa Monica. La donna è riuscita a respingere l’aggressore, sopravvivendo all’attacco. 

Nell’emettere la sentenza per i due omicidi commessi in California, il giudice Larry Fidler, che lo ha condannato alla pena capitale, ha aggiunto: “Ovunque sia andato, è stato accompagnato da morte e distruzione”. Ora Gargiulo dovrà affrontare un altro processo a Chicago, quello per la morte di Tricia Pacaccio, per il quale rischia dai 25 anni all’ergastolo.

Fonte: Independent

Foto: Getty (Frederick M. Brown)

© RIPRODUZIONE RISERVATA