«Quando ho visto i vestiti cortissimi che avrei dovuto indossare mi sono spaventata e ho pensato “ormai ho una certa età!”». Così ha esordito Asia Argento, tra le risate generali, alla conferenza stampa della commedia italiana Baciato dalla fortuna, tenutasi oggi a Milano, «erano un po’ esagerati e fin troppo sexy per i miei gusti», ha prsoeguito l’attrice, «ma erano perfetti per il mio ruolo. Non per niente ho fatto mesi di ginnastica per prepararmi». È lei, infatti, la provocante e infedele compagna di Gaetano (Vincenzo Salemme), vigile urbano con il conto corrente perennemente in rosso che gioca da sempre gli stessi numeri al SuperEnalotto: 10, 20, 30, 40, 50 e 60. Tutti lo prendono in giro finché un giorno la fortuna decide di baciarlo, facendo uscire proprio i suoi numeri e travolgendo così la sua vita e quella delle persone vicine a lui. «Questo film tratta un argomento estremamente attuale», spiega con serietà Vincenzo Salemme, «dove un uomo del ceto medio si ritrova con una speranza in grado di risolvere tutti i suoi problemi come con una bacchetta magica. Purtroppo questa è una dura realtà ed esistono davvero persone divorziate [come il protagonista Gaetano, ndr] senza soldi, che non riescono ad arrivare a fine mese e che magari a 50 anni vanno a vivere con i genitori».

A comporre il ricco cast di Baciato della fortuna sono anche Alessandro Gassman, Nicole Grimaudo, Dario Bandiera, Elena Santarelli e i comici di Zelig Giuseppe Giacobazzi e Valeria Graci. È il regista Paolo Costella a svelarci le ragioni che hanno portato alla scelta di questi attori: «Eravamo curiosi di vedere cosa sarebbe accaduto facendo recitare attori che non avevano mai lavorato insieme prima d’ora». Non è facile mettere d’accordo tanti attori sullo stesso set, ma secondo Asia la fatica è valsa la pena: «Lavorare con Vincenzo è stata una sfida, perché lui improvvisa sempre. Mi sono davvero divertita. Speravo di tornare a lavorare in Italia, di fare qualcosa di bello e di recitare in un nuovo ruolo. Ho accettato di prendere parte a questo film perché mi hanno chiamata Paolo Costella e Rita Rusic, ma anche perché sono rimasta colpita dalla prima scena del film: quando sono tutta cosparsa di olio, batto la carne e la scaldo alla griglia. È una scena molto sexy che non avevo mai interpretato».

Leggi Baciato dalla fortuna: Intervista a Salemme e Costella

© RIPRODUZIONE RISERVATA