I ritardi sull’inizio delle riprese hanno fatto pensare ai più che il progetto del film di Assassin’s Creed fosse un buco nell’acqua: addirittura rumor insistenti davano Michael Fassbender, scelto appunto per interpretare Ezio Auditore, in procinto di lasciare la produzione (motivato da una sceneggiatura poco convincente).
Il fatto che le riprese non siano ancora iniziate è assolutamente vero, e tutto ciò rende quasi impossibile che Assassin’s Creed venga rilasciato al cinema il prossimo 6 agosto 2015.

Michael Fassbender invece si dice più soddisfatto che mai di poter partecipare al progetto (anche nelle vesti di produttore). Intervistato recentemente da IGN, l’attore ha risposto ai dubbi riguardanti l’effettiva riuscita del film: «Adoro questo genere di pettegolezzi, ma nulla è cambiato: faccio ancora parte di Assassin’s Creed. Stiamo lavorando alla sceneggiatura proprio in questo momento. Anzi, andrò proprio a parlare con gli sceneggiatori appena sarò di ritorno in Europa.
Sapete, vogliamo assolutamente rispettare il videogioco. Ci sono così tante cose belle che abbiamo realmente dei problemi nello scegliere cosa usare e cosa non, ma vogliamo anche inserire nuovi elementi, o rifare a modo nostro alcune cose già presenti nel gioco. Faremo assolutamente un film per il cinema, il nostro approccio sarà quello, non cercheremo di rifare il videogioco…. Ma ne adoro l’ambientazione. Non gioco in realtà a molti videogiochi, ma quando ho incontrato i ragazzi di Ubisoft e mi hanno spiegato tutto, l’idea della memoria del DNA e questo genere di cose, sapete, penso che sia una teoria scientifica possibile. Mi sono reso conto di come sia ricca questa storia e di come potrebbe essere al cinema. Quindi sono molto eccitato a riguardo, e stiamo lavorando sodo per fare in modo che il film venga al meglio, sia eccitante e originale».

A proposito della scelta del regista, Justin Kurzel è il papabile candidato da aprile. Anche Fassbender si è espresso molto chiaramente: «Penso ci sia una cosa che Justin dovrebbe fare, e cioè dirigere il film. Lo so da quando abbiamo lavorato a Macbeth».

Fonte: ign

© RIPRODUZIONE RISERVATA