Altro che Katy Perry, c’è una sola Rachael nel mondo di Blade Runner, ed è Sean Young. Non lo diciamo (solo) noi, ma la stessa attrice americana, che interpellata sull’argomento ha espresso opinioni piuttosto forti, pur non facendo riferimento direttamente alla cantante inglese che si è autocandidata per il film. Queste le sue parole:

«I diritti del film appartengono alla Alcon, che ha voluto Ridley Scott a dirigere anche questo…. sequel, prequel, non ho ancora capito. E quando li ho incontrati non mi hanno offerto di fare parte del progetto. Ho provato a chiamare Ridley al telefono ma non mi ha mai richiamato. Quindi se davvero questa cosa si farà, pare che io non ci sarò. E sapete qual è la mia opinione? Che se non mi fanno partecipare bisognerebbe boicottare in massa il film. Perché è stupido che io non ci sia, molto stupido. La gente a Hollywood non ti ascolta mai quando fai discorsi sensati. E poi la pagano al botteghino, perché pensano di essere dei grandi esperti ma non lo sono».

Che caratterino la ragazza… anche se è difficile darle torto.

Fonte: Comicbookmovie

© RIPRODUZIONE RISERVATA