Il campione del week end (20-22 dicembre) è Lo Hobbit: la Desolazione di Smaug, che batte la new entry molto attesa Anchorman 2. Il kolossal di Peter Jackson porta a casa nel week end 31 milioni e mezzo di dollari, perdendo il 57,3% rispetto al week end scorso.  Nel complesso il film ha incassato 127,5 milioni di dollari, calando rispetto al primo episodio che a questo punto ne aveva totalizzati 150. Ma raggiunge globalmente l’ottimo risultato di 300 milioni di dollari, non male per un episodio di mezzo. Al secondo posto della classifica si piazza Anchorman 2: la new entry esordisce con 26.8 milioni di dollari, in linea con il primo Anchormanche nel 2004 debuttò con 28.4 milioni di dollari in tre giorni, ma complessivamente in quattro giorni porta già a casa 40 milioni di dollari (tra anteprime e uscite di vario genere). Il film va meglio anche nel mercato estero, dove la commedia con Will Farrell ha già incassato 13,4 milioni di dollari (il triplo dell’incasso complessivo del primo episodio). Frozen, il film d’animazione Disney perde solo il 15,1 % al terzo weekend e incassa altri 19,163 milioni di dollari, con 191,5 milioni complessivi, ma ha già totalizzato 344,2 milioni di dollari nel mondo.

American Hustle, che il week end scorso era uscito in sole due sale, porta a casa 20 milioni di dollari, con una media piuttosto alta: 7.600 dollari per schermo. In quinta posizione arriva un’altra ex uscita limitata della scorsa settimana, Saving Mr. Banks, che incassa quasi 10 milioni di dollari. Ragguardevole il risultato di Hunger Games: La ragazza di fuoco, che scivola al sesto posto, con solo il 36% in meno, e accumula 371.7 milioni di dollari.
Capitolo A Madea Christmas: la commedia di Tyler Perry sale a 28.3 milioni di dollari, mentre A spasso con i dinosauri, cartoon Fox, incassa solo 7,3 milioni di dollari. 3,3 milioni di dollari è l’incasso in soli 236 cinema di Dhoom 3, il thriller d’azione indiano che stasurclassando ogni record per un film di Bollywood negli Stati Uniti. Il film ha la miglior media per sala della top 10: 14mila dollari. La top ten si chiude con Thor: the Dark World Philomena, entrambi sotto i 2 milioni di dollari. Per il film Disney Marvel l’incasso si attesta sui 200 milioni di dollari complessivi negli Usa e 670 nel mondo).

Quanto alle uscite in vista degli Oscar, Her di Spike Jonze, proiettato in sole sei sale, ha incassato 256mila dollari, mentre The Past (Il passato) tocca i 31mila euro in tre sale a New York e Los Angeles, con una media di 10mila dollari.

1. Lo Hobbit: la desolazione di Smaug (31 milioni e 500mila dollari; 127,5 milioni in due settimane)
2.  Anchorman 2: la leggenda continua (40 milioni di dollari in 4 giorni; new entry)
3. Frozen – Il regno di ghiaccio (19,163 milioni di dollari; 191,555 milioni di dollari in 5 settimane)
4. American Hustle (20 milioni di dollari; al primo week end dopo l’uscita limitata)
5.  Saving Mr. Banks (9,321 milioni di dollari; al primo week end dopo l’uscita limitata)
6. Hunger Games – La ragazza di fuoco (8,75 milioni di dollari; 371, 7 milioni di dollari in 5 settimane)
7. Tyler Perry’s A Madea Christmas (8,5 milioni di dollari; 28,2 in due settimane)
8. A spasso coi dinosauri (7,3 milioni di dollari; new entry)
9. Dhoom 3 (3,305 milioni di dollari; new entry)
10. Thor: The Dark World (1,328 milioni di dollari, 200 milioni di dollari in 7 settimane)

Fonte: Boxofficemojo

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA