Dopo quasi una decade giù dal podio, Jack Black è tornato! Grazie a Piccoli Brividi, infatti, l’attore è tornato in testa al box office americano, evento che non si verificava dai tempi di King Kong. Il film della Sony, ispirato a una delle saghe di libri per ragazzi più famose degli anni 90, è costato 58 milioni di dollari e ne ha guadagnati quasi 24 in soli tre giorni di programmazione! Che sia l’inizio di un nuovo franchise per la major?

Al secondo posto scende Sopravvissuto – The Martian che incassa altri 21.5 milioni di dollari raggiungendo i 143 milioni negli Stati Uniti e supera i 319 in tutto il mondo.

Ma la vera notizia del weekend è il debutto deludente di altre due new entry: Il Ponte delle Spie di Steven Spielberg e Crimson Peak di Guillermo Del Toro. Rispettivamente hanno guadagnato nel loro fine settimana d’apertura 15.3 e 12.9 milioni di dollari. Il primo è costato 40 milioni e il secondo 55. È lecito pensare che le major si aspettavano qualcosa di più.

Hotel Transylvania 2 scende alla quinta posizione, guadagnando altri 12.25 milioni e arrivando così a totalizzarne 136. aL sesto posto ritroviamo Pan – Viaggio sull’isola che non c’è, che continua la sua disastrosa corsa al box office: scende del -61.7% rispetto al flop della scorsa settimana scorsa e intasca solo 5.8 milioni (sfiorando così i 26 milioni di dollari in due settimane). La Warner Bros. perderà di sicuro centinaia di milioni.

In settima posizione incontriamo Lo Stagista Inaspettato che aggiunge 5.4 milioni al suo portafoglio, all’ottavo posto il sottovalutato Sicario che guadagna 4.5 milioni raggiungendo i 35 milioni di dollari. In nona posizione un’altra new entry, il biopic sportivo Woodlawn diretto dai fratelli Erwin che incassa 4 milioni. Chiude la Top 10, Maze Runner: La Fuga che aggiunge 2.7 milioni per un totale di 75.4 in cinque settimane.

Altro inatteso flop di ottobre sembra essere The Walk di Robert Zemeckis. Distribuito in 2500 sale, perde il -67.7% sugli incassi rispetto alla scorsa settimana (aggiudicandosi una media per sala di soli 482 dollari) e incassa solo 1.2 milioni di dollari arrivando appena a 9, dopo esserne costati 35.

Altra successo, invece, Steve Jobs di Danny Boyle. Dopo un primo weekend in soli quattro cinema tra New York e Los Angeles (ottenendo la media per sala più alta dell’anno), la Universal amplia a 60 sale e incassa oltre 1 milione e mezzo di dollari in 72 ore (portando così i guadagni totali a 2.2 milioni di dollari). Vedremo cosa succederà la prossima settimana, quando il film approderà in 2500 sale!

Ecco la classifica completa:

1. Piccoli Brividi ($23,500,000, new entry)

2. Sopravvissuto – The Martian ($21,500,000, $143.8 in tre settimane)

3. Il Ponte delle Spie ($15,380,000, new entry)

4. Crimson Peak ($12,850,000, new entry)

5. Hotel Transylvania 2 ($12,250,000, $136.4 in quattro settimane)

6. Pan – Viaggio sull’isola che non c’è ($5,860,000, $25.7 in due settimane)

7. Lo Stagista Inaspettato ($5,405,000, $58.7 in quattro settimane)

8. Sicario ($4,500,000, $34.6 in cinque settimane)

9. Woodlawn ($4,100,000, new entry)

10. Maze Runner: La Fuga ($2,750,000, $75.4 in cinque settimane)

Fonte: BoxOfficeMojo

© RIPRODUZIONE RISERVATA