Braccio di ferro torna al cinema con un film d’animazione in 3D. A produrlo sarà Avi Arad (presidente, direttore di produzione e amministratore delegato di Marvel Studios dal 1993 al 2006, anno in cui ha fondato la sua propria casa di produzione la Avi Arad Productions). Lo ha annunciato Variety, che ha incontrato e intervistato il papà di franchise come Spider-Man. L’ultima volta di Popeye sul grande schermo risale al 1980, quando Robert Altman realizzò la sua versione (Popeye)  flop con protagonista Robin Williams (che in America incassò circa 49,8 milioni di dollari). Braccio di ferro nasce come fumetto negli Usa nel 1929 e dopo poco tempo (nel 1933) approda al cinema grazie a una serie animata dei fratelli Fleischer. Il serial è stato trasmesso in Italia dalla Rai negli anni Settanta e successivamente da Italia 1, che nel 1992 ha mandato in onda anche la nuova serie Che papà Braccio di Ferro. «Quando mi hanno chiamato per il progetto ho iniziato subito a canticchiare la famosa canzoncina di Braccio di ferro (I’m Popeye the Saylor Man», ha raccontato Arad, che produrrà il cartoon con Sony, la casa di produzione che si sta già occupando di portare sul grande schermo in 3D anche i Puffi. Il film d’animazione verrà realizzato in CGI 3D. Della trama non è ancora trapelato nulla, ma è probabile che del “cast” faranno parte anche altri storici personaggi del mondo di Popeye, dall’amata Olivia al rivale Bruto.

Leggi il nostro speciale sulla storia dei cartoons.
Guarda il primo episodio di Braccio di Ferro del 1933:


© RIPRODUZIONE RISERVATA