La vita del narcotrafficante colombiano Pablo Escobar, il famoso signore della droga nei primi anni Novanta, arriverà presto al cinema. Brad Furman (nella foto Getty Images), regista di The Lincoln Lawyer, è in trattative per la regia del biopic mentre a Matt Aldrich è stata affidata la sceneggiatura. Il film, ancora senza titolo, sarà prodotto da Scott Steindorff, che parla del progetto a The Hollywood Reporter, definendolo «un incrocio tra Il padrino e una pellicola di guerra che coglierà sia la complessità dell’uomo sia il suo stile di vita violento». Mix che è piaciuto a Furman che dice di esser rimasto affascinato da questa storia. Entusiasta del lavoro anche lo sceneggiatore Aldrich: «Sono emozionato all’idea, non solo di lavorare a quello che potrebbe diventare un film epico, ma anche di essere insieme a Brad Furman, un mio idolo e un amico».

La figura di Escobar da tempo attira il mondo patinato di Hollywood. Si è parlato di un “Escobar” di Oliver Stone, premio Oscar come miglior regista per Nato il quattro luglio e Platoon, e di Killing Pablo di Joe Carnahan, autore di Smokin’ Aces ma di entrambi non si hanno più notizie. (Foto Getty Images)

(Fonte: THR)

© RIPRODUZIONE RISERVATA