Un catena di eventi ha portato ieri alla notizia dell‘allontanamento di Bruce Willis dal nuovo film di Woody Allen, di cui non sappiamo ancora né titolo né sinossi (come da tradizione), ma che possiamo immaginare sia ambientato intorno agli anni 50 grazie alle foto mostrate ieri da ComingSoon.net, nella quali lo stesso Willis, Jesse Eisenberg e Kristen Stewart erano ritratti in abiti d’epoca.

Poche ore dopo le foto, invece, arriva la notizia che Bruce Willis ha dovuto lasciare il film a causa di “problemi di pianificazione” legati al suo lavoro nell’opera di Misery che andrà in scena a Broadway. Questo, però, a ben vedere, ha davvero poco senso, avendo l’attore già iniziato a girare le scene per il film di Allen. Quindi, come può sorgere un conflitto di programmazione nel bel mezzo della produzione? Forse semplicemente non può, portando a pensare che Willis sia stato licenziato in tronco dal regista, come già precedentemente Allen aveva fatto con altri attori.

Non è chiaro il motivo del licenziamento, se per uno scontro di idee con il regista o per altro, ma i rappresentati di Allen hanno confermato a Deadline che Bruce Willis non farà più parte del film e che il suo ruolo è in fase di recasting.

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA