Chi se non Lars Von Trier poteva decidere di far uscire Nymphomaniac, controversa (e ancora non esiste nemmeno il trailer!) opera-fiume a sfondo sessuale, il giorno di Natale 2013? Qualsiasi cosa sia stata diffusa finora relativamente al film, che durerà quattro ore e la cui uscita sarà spezzata in due parti, ha fatto piccolo o grande scandalo, dalla locandina minimale ma, ehm, suggestiva alla prima foto di Charlotte Gainsbourg impegnata nei preliminari di un threesome. Non stupisce, quindi, che il regista danese abbia oggi diffuso una nuova foto promozionale del film densa di dettagli scabrosi, da Shia LaBeouf nudo in versione “tavolino umano” allo stesso Von Trier con la bocca tappata da un pezzo di nastro adesivo – riferimento, forse, alle polemiche seguite a una sua improvvida dichiarazione a Cannes 2012. Più tableau vivant che foto da set vera e propria, patinatissima, l’immagine – che sembra uscita da una campagna pubblicitaria per un profumo più che per un film – ritrae tutti i membri del cast e della troupe in atteggiamenti espliciti, ed è stata accompagnata da questa dichiarazione del CEO di Zentropa (la casa di produzione del film) Peter Aalbæk Jensen: «Cosa c’è di più natalizio di un film del genere?». La potete ammirare qui sotto (cliccate per ingrandirla, è enorme):

Fonte: Huffington Post

© RIPRODUZIONE RISERVATA