«Rivoglio indietro i miei soldi!» è una frase che il povero Michael Bay si dev’essere sentito ripetere spessissimo, considerando quanto il suo cinema venga (a torto) accusato di essere vuoto e senza contenuti interessanti. Ma da qui a beccarsi un cazzotto in faccia il passo è tutt’altro che breve, e segna il passaggio dalla legittima e civile protesta alla violenza ingiustificata.

Non sappiamo se i due fratelli arrestati ieri a Hong Kong per aver assalito e picchiato Bay fossero fan dei Transformers delusi dal terzo capitolo, ma di certo qualche problema con Bay dovevano averlo: come riporta Variety, il regista, in Oriente per le riprese di Transformers: Age of Extinction, è stato avvicinato da due persone che chiedevano a gran voce dei soldi (12.900$, per la precisione). Il motivo non è stato reso noto dalla polizia locale, fatto sta che, di fronte al diniego di Bay, i due l’hanno attaccato a calci e pugni, per poi prendersela anche con tre poliziotti accorsi per sedare la rissa. I fratelli sono finiti in manette, mentre Bay, che ha riportato ferite sul lato destro del volto, ha rifiutato ogni soccorso medico ed è tornato subito al lavoro.

Leggi la lettera di Michael Bay che racconta l’accaduto

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA