Captain America

Tra i momenti più controversi e memorabili di Avengers: Endgame c’è senz’altro la scena di Captain America che conclude la carriera da supereroe scegliendo di rimanere nel passato con il suo amore Peggy Carter.

Steve ha più di 100 anni quando lo rivediamo. Troppo vecchio, dunque, per continuare a combattere. Tuttavia, un dettaglio del film sembra suggerire non solo che l’eroe potrebbe sopravvivere a tutti gli altri Vendicatori, ma anche che potrebbe persino essere più potente di quanto il suo aspetto invecchiato possa suggerire.

Durante la scena clou della battaglia, Steve ha dimostrato di essere degno di impugnare il Mjolnir, un’arma che, nei fumetti, può rendere potenzialmente le persone immortali. Ci sono infatti evidenze di personaggi che hanno vissuto più di migliaia di anni dopo essere venuti a contatto con l’arma del Dio del Tuono, come quando è stata passata a Miguel O’Hara, lo Spider-Man del 2099.

In secondo luogo, gli asgardiani come Thor e Odino non sono tecnicamente immortali nei fumetti o nel MCU. In Thor: The Dark World il Padre degli Dei spiega a Loki che gli asgardiani vivono, invecchiano e muoiono proprio come i mortali. Con una sola differenza: hanno modi per mantenere giovinezza e vigore all’infinito.

Prendendo in prestito idee dalla mitologia norvegese, si dice nei fumetti che Thor e il suo popolo consumino regolarmente le Mele di Idunn, un miracoloso frutto che impedisce agli Dei di invecchiare. Quelli a cui viene negato il consumo, diventeranno gradualmente vecchi e malati.

Tutto ciò indica che la magia e la tecnologia asgardiane possono rendere effettivamente un umano immortale; e poiché la versione MCU di Captain America è risultata degna del Mjolnir, potrebbe aver effettivamente ottenuto molti poteri extra nell’impugnarlo, inclusa la potenziale immortalità.

Cosa ne pensate di questa ipotesi? Vi sembra plausibile che Cap, anche se invecchiato, possa continuare a vivere in eterno?

Fonte: SR

© RIPRODUZIONE RISERVATA