captain america

Come tutti ricorderete, l’arco narrativo di Captain America nel MCU si è chiuso con il finale di Avengers: Endgame, dove Steve Rogers – dopo essere tornato indietro nel tempo per rimettere al loro posto le Gemme dell’Infinito utilizzate per sconfiggere Thanos – decide di rimanere nel passato al fianco dell’amata Peggy Carter. Al suo ritorno, nel momento in cui consegna lo scudo a Sam Wilson, lo vediamo invecchiato ma felice: ha finalmente vissuto quella vita e quell’amore che aveva sempre desiderato.

Ma se quel Captain America, in verità, non fosse quello che tutti conosciamo?

La teoria potrebbe suonare un po’ bizzarra, ma è sostenuta da alcuni elementi che, secondo molti fan, la renderebbero assolutamente attendibile. Innanzitutto, il ritorno di Steve Rogers nella sequenza finale cozzerebbe con la concezione dei viaggi nel tempo del MCU. Come spiegato dallo stesso Hulk nel corso del film e, di recente, anche dalla serie Loki, le cose non funzionano come in Ritorno al futuro: qui, le azioni compiute nel passato non hanno effetti sugli eventi successivi.

Quello che accade quando ci si sposta nel tempo è la nascita di una nuova timeline e, conseguentemente, di una variante di se stessi. È per questo che quando Nebula uccide la sua versione proveniente dal passato, non crea alcuna conseguenza sul suo presente. Insomma, non scompare improvvisamente.

Dunque, rimanendo con Peggy Carter, Cap si è di fatto spostato in una realtà diversa rispetto a quella da cui era partito. Ma allora come è possibile che si trovi nella medesima linea temporale degli altri, da anziano? La prima ipotesi è che avesse conservato delle particelle Pym al solo scopo di consegnare lo scudo a Sam Wilson. La seconda, è che si tratti di un impostore. Nello specifico di uno Skrull.

Sappiamo infatti che i Marvel Studios stanno sviluppando l’attesa serie Secret Invasion, il cui arco narrativo dei fumetti vede gli alieni sfruttare la loro abilità di mutaforma per invadere silenziosamente la Terra, sostituendosi così agli umani e persino ai supereroi più noti e potenti del pianeta. A guidarli è la potentissima Veranke, che si infiltra sul nostro pianeta assumendo le sembianze di Jessica Drew alias Spider-Woman. Sempre nella controparte cartacea, inoltre, gli Skrull riescono a sostituirsi anche ad alcuni membri degli Avengers.

Secondo la teoria, dunque, potrebbero aver iniziato la loro invasione proprio impersonando Cap, uno degli eroi più stimati al mondo, nonché un amico di cui tutti si fidano ciecamente. Un’ottima scelta se lo scopo è quello di manipolare gli umani e gli stessi Vendicatori per spingerli ad agire secondo il loro interesse e distruggerli dall’interno.

Cosa ne pensate? Vi sembra che la teoria proposta dai fan abbia senso o ritenete che si stia calcando un po’ la mano con gli Skrull?

Fonte: SR

© RIPRODUZIONE RISERVATA