Con The Winter Soldier, la Marvel ha cambiato totalmente registro. Captain America, dopo Il Primo Vendicatore, ha dato nuova energia alle saghe supereroistiche della Casa delle Idee, aggiungendo mistero, giallo e thriller a un genere che, fino a poco prima, veniva banalmente (e solamente) definito action. I fratelli Russo, che hanno diretto e scritto il film, hanno dimostrato di avere una marcia in più e di essere in grado di plasmare ad hoc, così come vuole la migliore tradizione filmica, le trame degli albi Marvel.

Non c’è da stupirsi, quindi, che prendano in considerazione anche la cerimonia degli Oscar per il loro film. «È strano che il genere dei cinecomic venga considerato solo in termini economici. Sì, è incredibilmente popolare e continua a crescere e sì, il successo al box office di questi film può mettere in secondo piano i loro altri meriti, ma come ha dimostrato per primo Christopher Nolan, anche film di valore e reali possono essere associati a questo genere. È triste quando alcune persone […] rigettano completamente questo genere», ha dichiarato Joe Russo, a Deadline. «È un film vero, con un processo creativo reale, e ha alte aspirazioni, in termini di cosa il cinema può essere e cosa può fare […]».

Leggi anche: Il trailer di Age of Ultron è da record

Fonte: Comicbookmovie

© RIPRODUZIONE RISERVATA