Da quanto emerso dalla descrizione del trailer mostrato al Comic-Con di San Diego, sembra che in Avengers: Age of Ultron i Vendicatori se la vedranno parecchio brutta. Come mai prima, li vedremo in ginocchio, letteralmente. L’impressione è che il film di Whedon si addentrerà in atmosfere più tragiche rispetto agli standard Marvel (sebbene già in passato la Casa delle idee ci abbia tratto in inganno in questo senso, vedi Iron Man 3 e Thor: The Dark World).

Se le nostre sensazioni venissero confermate, sarebbe un’inversione di tendenza importante per gli Studios di Kevin Feige, ma in linea con la “nuova strada” che la major sta seguendo. Non parliamo di un’introspezione in stile Nolan o Uomo d’Acciaio, ma l’aria di cambiamento si respira da Captain America: The Winter Soldier, e lo stesso Feige l’ha più volte sottolineata. Ora ci pensa anche Chris Hemsworth ad avvalorare la tesi: intervistato da Collider, l’attore ha dichiarato: «Certo, l’azione ci sarà e sarà fondamentale. Ma ciò che davvero è importante in Avengers: Age of Ultron sono le dinamiche che si innescano tra i personaggi». Dinamiche che porteranno a più di uno scontro tra i Vendicatori: «Nessuno si fida degli altri, e la colpa è di Ultron: è un’intelligenza artificiale con una conoscenza vastissima. E molto pericolosa».

Hemsworth ha poi chiarito anche la posizione delle new entry Scarlet Witch (Elizabeth Olsen) e Quicksilver (Aaron Taylor-Johnson): «All’inizio non sapranno neanche loro da che parte stare», parole che confermano le voci emerse nell’ultimo periodo, che vogliono i due fratelli nemici degli Avengers (almeno all’inizio).

L’intervista, dunque, si chiude con Thor 3: «Ho un po’ di tempo libero prima dell’inizio delle riprese, quindi mi prenderò una pausa».

Avengers: Age of Ultron uscirà in Italia il 22 aprile 2015.

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA