Comic-Con 2015, la nostra copertura completa

Ha vissuto due prime volte, The Vampire Diaries, Domenica 12 Luglio al Comic-Con 2015 di San Diego: per la prima volta il panel si è tenuto nel padiglione H, la sala più grande della convention, ed è stato il primo panel a svolgersi da quando Nina Dobrev (alias Elena, la protagonista femminile dello show) ha lasciato la serie tv.

La co-creatrice Julie Plec ha infatti dichiarato: «Ovviamente le cose hanno un sapore dolceamaro, Nina ci manca. Abbiamo passato sei anni insieme. Ci manca anche Kevin [Williamson, il co-creatore, ndr]».

«È soltanto un’evoluzione della storia», ha chiosato Ian Somerhalder/Damon Salvatore, più democratico e apparentemente intento a non far trapelare alcun sentimento riguardo alla Dobrev, sua ex (lei, però, sembrava contenta per le sue nozze). «Le storie vengono, le storie vanno — questa è semplicemente Mystic Falls senza Elena Gilbert. Si sta solo facendo un pisolino».

Candice Accola, interprete di Caroline, ha tuttavia rassicurato i fan: «Continuerete a sentire l’essenza di Elena nei primi episodi della prossima stagione». Dal canto suo, Paul Wesley (alias Stefan Salvatore) ha riflettuto sulla necessità del cambiamento: «Lo show va avanti ormai da sette anni, e Nina ha deciso di andarsene… c’è bisogno di uno spostamento nella dinamica. Ciò ha creato un nuovo mondo, in un certo senso».

Adesso, i suoi cari dovranno imparare a vivere in quel mondo, senza di lei. «La sfida per Damon è il fatto che Elena gli ha detto di vivere la sua vita ed essere chi è», ha spiegato la Plec. «Perciò la domanda è, “Chi sono io senza questa ragazza al mio fianco?” … Be’, vedremo un Damon cattivo che cerca di non essere tale».

Somerhalder ne è entusiasta: «Sarà il vecchio f*****o Damon, il vero Damon di cui ci siamo tutti innamorati. Quello volubile, sexy e spaventoso… Sto per riportarlo indietro».

E questo vecchio-nuovo Damon avrà una relazione un po’ complicata con Bonnie (Kat Graham), la migliore amica di Elena che lui ha scelto di salvare. «So che Nina starà via per parecchio tempo», ha commentato la Graham. «Credo che questo sia un modo molto intelligente di mantenere Elena qui e mantenere la sua presenza attiva. Ciò crea una dinamica interessante, nella settima stagione, tra Bonnie e Damon».
Le ha fatto eco Somerhalder: «Penso che l’inizio della sesta stagione, con tutta la faccenda tra loro, sia stato il migliore di sempre. Questi due si odiano e si amano… è la ricetta per un bel po’ di dramma».

Il rapporto tra Stefan e Caroline continuerà fra attrazione e allontanamento: «Li aspettano molti twist, in effetti», ha raccontato la co-creatrice. «Il bello di questa coppia è che stanno appena cominciando a stare insieme, stanno cominciando a saldare il loro status. E lei sta provando davvero a non essere pronta».
«Ma non gli può resistere», ha riso Wesley. «Mi piace che questi due personaggi abbiano un lungo passato alle spalle. Mi piacciono davvero gli Steroline».

La Accola ha rincarato la dose: «Io amo una relazione che carbura lentamente, in una serie tv. Mi piacciono questi personaggi insieme».

E per quanto riguarda il cattivo della stagione? La produttrice esecutiva Caroline Dries ha dichiarato: «La sfida per gli autori è  superare i villain delle stagioni precedenti».

«Adoro che ci sia un dilemma conciso in questa stagione per Enzo», ha detto Michael Malarky. «Andrà con Lily e gli eretici, o con Damon?
In più, ci saranno altre cattive: «Ragazze molto, molto, molto pericolose», che a detta della Plec ci faranno parecchio divertire.

Infine, la stagione 7 sarà quella finale per The Vampire Diaries? «Non vedo perché dovrebbe finire adesso. Abbiamo ancora più storie da raccontare, e abbiamo questa famiglia magnifica che non è pronta a lasciarsi» ha risposto la co-creatrice.

Fonte: The Hollywood Reporter

© RIPRODUZIONE RISERVATA