Walt Disney e 20th Century Fox

Abbiamo tutti dovuto aspettare un po’, ma dalle mezzanotte americane di oggi, la Disney è ufficialmente diventata proprietaria degli asset cinematografici e televisivi della 21st Century Fox. Un accordo, questo, che include ad esempio la 20th Century Fox, la Fox Searchlight, la 20th Century Fox Television, Fox Animation, l’emittente FX e diversi altri studios.

Per l’acquisto, la Casa di Topolino ha dovuto sborsare ben 71.3 miliardi di dollari; ha dichiarato in proposito il CEO Bob Iger: «Questo è un momento straordinario e storico per noi, qualcosa che creerà un significativo valore a lungo termine per la nostra compagnia e i nostri azionisti. Combinare i contenuti creativi e i talenti della Disney e della 21st Century Fox crea la preminente compagnia d’intrattenimento globale, ben posizionata per guidare questa era incredibilmente dinamica e piena di trasformazioni».

Questo significa che da oggi, i supereroi Marvel della Fox come gli X-Men, i Fantastici 4 e Deadpool sono ufficialmente parte del più vasto Universo Cinematografico guidato dagli Avengers (qui la spassosa reazione del Mercenario Chiacchierone). In aggiunta, la Disney si prende poi il controllo di diversi altri celebri franchise, come ad esempio Avatar, Alien, I Simpson, Die Hard, L’era glaciale, Independence Day, Il pianeta delle scimmie e I Griffin.

L’accordo, come potete immaginare, cambierà per sempre il panorama hollywoodiano, con le 6 grandi major cinematografiche (Disney, Fox, Warner, Universal, Sony, Paramount) che ora diventano 5. L’unione potrebbe portare al licenziamento di ben 4000 dipendenti Fox, ma per il momento, il numero preciso non è ancora stato rilasciato.

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA