È passato un po’ di tempo dalle dichiarazioni di Shane Black, regista di Iron Man 3, secondo le quali il copione originale prevedeva un villain femminile e che i ruoli di Stéphanie Szostak e Rebecca Hall dovevano essere da principio molto più estesi. Decisione che non venne accolta positivamente in casa Marvel, intimorita da un possibile calo nelle vendite del merchandise.

Ora a tornare sull’argomento è proprio la Hall, che non avrebbe inizialmente dovuto impersonare la dottoressa Maya Hansen, ma Killian. L’attrice conferma quanto affermato dal regista in una recente intervista durante la presentazione del suo nuovo film, Christine, al Toronto Film Festival: «Avevo firmato per interpretare un ruolo che doveva essere sostanziale. Non era il cattivo principale del film, anche se ci sono state tantissime discussioni in merito, ma ricordo di aver firmato per interpretare qualcosa di molto diverso da quello che poi mi sono ritrovata a fare. A metà delle riprese mi hanno avvisata che al mio personaggio avrebbero sparato. Era previsto che rimanessi nel film fino alla fine… Ho discusso un po’ con loro, poi ho detto ‘Bene, quantomeno dovete darmi una scena decente in cui muoio e una sequenza con Iron Man’, che Robert Downey Jr. ha poi supportato».

La Hall conclude così: «Credo che la Marvel stia pagando per i suoi errori. Apprezzo tantissimo che abbiamo scelto Brie Larson come protagonista di Captain Marvel. Finalmente. È ora di vedere più film con al centro eroine femminili. Possono anche interpretare le anti-eroine, ed è quello che sento di aver fatto con Christine».

Cosa ne pensate?

© RIPRODUZIONE RISERVATA