C’è chi l’ha paragonato ad un moderno 1984, stiamo parlando de Il Cerchio, il libro di Dave Eggers, edito in Italia da Mondadori.

Mae Holland è appena stata assunto dalla più influente azienda al mondo nella gestione di informazioni web, e ha raggiunto Il cerchio, un asteroide lanciato nel futuro e pronto a imbarcare migliaia di giovani menti. Mae adora tutto del Cerchio e pur di far parte della comunità di eletti che lo popola, non esita ad acconsentire alla richiesta di rinunciare alla propria privacy per un regime di trasparenza assoluta: condividere sul web qualsiasi esperienza personale, trasmettere in streaming la propria vita. Nessun problema per Mae, tanto la vita fuori dal Cerchio non è che un miraggio sfocato e privo di fascino. Perlomeno fino a quando un ex collega non la fa riflettere: il progetto di usare i social network per creare un mondo più sano e più sicuro è davvero privo di conseguenze o rende gli esseri umani più esposti e fragili, alla fine più manipolabili? Se crolla la barriera tra pubblico e privato, non crolla forse anche la barriera che ci protegge dai totalitarismi?

Il romanzo diventerà presto un film, diretto da James Ponsoldt (The Spectacular Now), e nel ruolo della protagonista ci sarà Emma Watson (che vedremo presto in Regression)

«Emma è un’attrice straordinaria – ha detto il regista – Ha un talento straordinaria, è sensibile, ha un’intelligenza brillante e porterà a Il cerchio una carica di energia.»

Nel cast anche il premio oscar Tom Hanks, che sarà anche produttore con la sua Playtone Pictures.

 

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA