115 milioni di dollari d’incasso nel solo primo giorno di programmazione. Un record per l’intera saga. E per il mese di aprile. È questa la previsione del debutto di Fast & Furious 7 (qui la nostra recensione) nelle sale americane. Una partenza a tutta velocità, che rispecchierebbe la caratteristica del franchise. Ruolo determinante, bisogna dirlo, l’avrà la morte di Paul Walker, carissimo ai colleghi quanto ai fan. Il film ne è un omaggio sincero e commovente, e, sebbene non sia bello ammetterlo, la tragedia potrebbe spingerlo a diventare il capitolo più redditizio della saga (considerando anche il circuito estero). Che, comunque, non ha più nulla da dimostrare, avendo già guadagnato 2,4 miliardi di dollari con i sei episodi precedenti.

Un percorso in crescendo quello di F&F, che ha saputo rilanciarsi dopo un terzo capitolo che sembrava l’inizio del declino e invece ha acceso la miccia che ha lanciato Vin Diesel e soci in orbita.

Domani, l’ultima corsa avrà inizio nelle sale italiane.

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA