Justin Lin Vin Diesel

Justin Lin è un eroe. Arriva nel 2006 al timone del capitolo più povero della saga di Fast & Furious, il famigerato terzo dal cast tutto nuovo, e quella che sembrava una missione disperata diventa in realtà una rampa di lancio. Justin contatta Vin Diesel, lo bombarda di idee, lo convince a una comparsata. Insieme poi gireranno il quarto (la rinascita), il quinto (l’esplosione) e il sesto (la conferma). Poi i saluti, temporanei.

Quando ho lasciato, sentivo di aver detto tutto quello che dovevo dire e di non aver altro da dare. Dopodiché ho viaggiato molto, e ogni volta che incontravo i fans mi chiedevano di Fast & Furious; contemporaneamente, Vin continuava a chiamarmi e parlarmi come se non avessi mai lasciato e dovessimo fare un altro film. Mi raccontava le sue idee e io ascoltavo pensando che erano appunto solo idee, ma a un certo punto quella giusta è arrivata e abbiamo chiamato subito gli studios. È stato un processo naturale, e devo ringraziare Vin e i fans per questo.

Il trailer di questo nono capitolo conferma la capacità dei film di Fast & Furious di lasciare a bocca aperta, alzare ogni volta il livello delle scene d’azione. Oltre a una roadmap della saga con i punti chiave della narrazione, ne avete per caso anche una degli stunt per essere sicuri di conservare il continuo crescendo?

Non ho mai valutato l’action solo per fare action. Secondo me l’action è efficace quando i tuoi personaggi hanno motivazioni reali. Io volevo un team, con dei personaggi ben delineati, con emozioni e motivazioni contrastanti. Il loro viaggio, il loro “vivere” porta con naturalezza alle varie parti action. Poi naturalmente sono attento anche al design di queste cose e negli anni ho sicuramente tirato fuori idee pazze, ma come prima cosa vengono i personaggi, parto dalla storia.

Avengers – Endgame dura tre ore, Justice League quattro ore, voi avete annunciato la chiusura della saga col decimo capitolo e vi meritate un finale altrettanto epico: quanto durerà?

Sei ore! [ride, ndr] Di norma mi approccio a ogni capitolo come se fosse l’ultimo, ogni volta il seguito va guadagnato e non dato per scontato, ma Fast & Furious 9 è il primo in cui io e Vin abbiamo detto “non pensiamo solo a un film”. È l’inizio della fine. 

(l’intervista completa a Justin Lin uscirà sul numero di Best Movie di luglio, mese d’uscita di Fast & Furious 9 – The Fast Saga nelle sale italiane)

Foto: MovieStillsDB

© RIPRODUZIONE RISERVATA