Julianne Moore e Ellen Page sono stupende sulla cover di ottobre di Out magazine.

Le due attrici hanno lavorato insieme nel film Freeheld  (qui potete trovare il primo trailer) e hanno rivelato alcuni dettagli interessanti sulla produzione del film.

Julianne Moore ha raccontato di com’è stato lavorare con Ellen Page poco dopo il suo coming out: «Ellen aveva fatto coming out da poco, e sembrerà sciocco, spero di non offendere nessuno, ma non ero a conoscenza di quanto fosse doloroso rimanere nascosti. Ho avuto un gran vantaggio nella vita, non ho mai dovuto nascondere la mia sessualità, quindi le ho posto un sacco di domande – a volte molto schiette – su come si sentisse. E lei mi ha raccontato di come si sentisse a disagio a dover indossare tutti quei vestiti, e mi ha aperto la mente. Non si è protetta con me. Sono rimasta molto toccata. Mi ha aiutato moltissimo a diventare più sensibile nei confronti della trama del nostro film».

Ellen, riguardo al suo ruolo in Freeheld, rivela: «Per me molti sentimenti sono tornati in superficie interpretando Stacie. Ricreare una sorta di relazione segreta in un film ha causato dei ricordi, sicuramente. E poi c’è la questione di parlare a nome di qualcuno e di avere un’identità che richiede responsabilità per fare in modo di aiutare e portare avanti le cose. Per Stacie è stato molto più complicato, perché per lei essere completamente impegnata nell’attivismo significava accettare che l’amore della sua vita stesse per morire. Ma quando finalmente riesce a gestire il tutto, in qualche modo, e accettare l’idea, penso che possa concedersi completamente all’attivismo».

Parlando delle speranze per il film, Julianne aggiunge: «Spero davvero che vadano a vederlo moltissime persone, perché penso sia un momento importante per la nostra società. Alcune persone pensano che noi dello show business possiamo influenzare il cambiamento. Non so se sia vero, ma so che siamo come un riflesso. Come quando la Corte Suprema prende una decisione, lo fa grazie all’opinione della gente. La maggior parte delle persone in questo paese è a favore della parità dei diritti e così la Corte Suprema si è decisa. E guardate! All’improvviso in questo film si riflette tutto. Quindi siamo pronti come società a dire “Ehi, guarda. Guarda quanto lontano siamo andati, cos’abbiamo fatto».

Freeheld racconta la storia vera di Stacie Andree e Laurel Hester e della loro battaglia per il riconoscimento dei diritti civili. Il film verrà presentato al prossimo Toronto Film Festival e sarà poi nelle sale americane il 2 ottobre.

Cliccando sulle immagini sottostanti verrete direttamente reindirizzati alla gallery completa:

Fonte: Out via JustJared

© RIPRODUZIONE RISERVATA