Il Toronto International Film Festival (10-20 settembre) aprirà con Demolition di Jean Marc Vallée, con Jake Gyllenhaal e Naomi Watts e chiuderà con l’opera seconda da regista dell’attore Alan Rickman, A Little Chaos.

Tra i titoli più importanti presentati in prima mondiale segnaliamo The Martian di Ridley Scott, con Matt Damon, Freeheld di Peter Sollett, The Program di Stephen Frears, il nuovo documentario di Michael Moore Where do We Invade Next?, The Program di Stephen Frears su Lance Armstrong, Stonewall di Roland Emmerich, Maggies’ Plan di Rebecca Miller, Trumbo di Jay Roach.

Prendendo in considerazione i titoli di Toronto che vengono indicati come “premiere nordamericane” e che pertanto non parteciperanno al Telluride, il Festival di Venezia può aspirare ad accaparrarsi diversi film (tra quelli che non sono stati già presentati a Cannes). Tra questi spiccano The Danish Girl di Tom Hooper, con Eddie Redmayne, e Remember di Atom Egoyan.

Tra i film che figurano come “anteprime canadesi” e a cui quindi possono ambire sia Venezia che Telluride vanno tenuti d’occhio: Anomalisa di Charlie Kauffman, Beasts of No Nation di Kary Fukunaga, Brooklyn di John Crowley, con Saoirse Ronan (già presentato al Sundance), Room di Lenny Abrahamson e Spotlight di Tom McCarthy.

Sicuramente non sarà in concorso al Lido Legend di Brian Helgeland, con Tom Hardy nel ruolo di due fratelli. Mentre si può ancora sperare che Steve Jobs di Danny Boyle, con Michael Fassbender, approdi in laguna a meno che non se lo accaparri Telluride. Il film, infatti, farà parte del programma del New York Film Festival, ma a differenza di The Walk di Robert Zemeckis e Miles Ahead di Don Cheadle non figura come world premiere e quindi potrebbe seguire lo stesso corso che è toccato a Birdman prima di lui.

Ecco i film della sezione SPECIAL PRESENTATIONS:

Beasts of No Nation di Kary Fukunaga

Deephan di Jacques Audiard

The Club di Pablo Larrain

The Danish Girl di Tom Hooper

Brooklyn di John Crowley, con Saoirse Ronan

The Lobster di Yorgos Lanthimos, con Colin Farrell, Rachel Wisz

Louder than Bombs di Joachim Trier

Mountains May Depart di Jia Zhangke

Sicario di Denis Villeneuve, con Benicio Del Toro ed Emily Blunt

Where do We Invade Next? di Michael Moore World Premiere

Youth di Paolo Sorrentino, con Michael Caine

Trumbo di Jay Roach, con Bryan Cranston World Premiere

Anomalisa di Charlie Kaufman

Black Mass di Scott Cooper, con Johnny Depp

Room di Lenny Abrahamson

The Family Fang di Jason Bateman World Premiere

Colonia di Florian Gallenberger  World Premiere

Len and company di Tim Godsall

Maggie’s Plan di Rebecca Miller World Premiere

Office di Johnnie To

Parched di Leena Yadav World Premiere

Spotlight di Tom McCarthy

Summertime (La Belle Saison) Catherine Corsini

Sunset Song di Terence Davies World Premiere

Un plus une di Claude Lelouch

The Daughter di Simon Stone

Families (Belles Familles) di Jean-Paul Rappeneau World Premiere

Guilty di Meghna Gulzar World Premiere

I Smile Back di Adam Salky

The Idol di Hany Abu-Assad

The Lady in the Van di Nicholas Hytner World Premiere

Son of Saul di László Nemes

Desierto di Jonas Cuaron, con Gael Garcia Bernal World Premiere

Victoria di Sebastian Schipper World Premiere

 

Nella sezione GALA ci saranno: 

Beeba Boys di Deepa Metha World Premiere

The Dressmaker di Jocelyn Moorehouse, con Kate Winslet

Freeheld di Peter Sollett, con Julianne Moore ed Ellen Page World Premiere

Legend di Brian Helgeland, con Tom Hardy

The Martian di Ridley Scott World Premiere

Remember di Atom Egoyan

Eye in the Sky di Gavin Hood World Premiere

Forsaken di Jon Cassar World Premiere

Hyena Road di Paul Gross World Premiere

Lolo di Julie Delpy

The Man Who Knew Infinity di Matthew Brown World Premiere

The Program di Stephen Frears World Premiere

Septembers of Shiraz di Wayne Blair

Stonewall di Roland Emmerich World Premiere

 

 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA