«Cioè, una web-sitcom incentrata sul mondo dei videogiochi? In Italia?!?!? Massimo rispetto!; Lool una Web Series fatta da GameStop!!!; Bello prendere affettuosamente in giro .___.». Sono questi alcuni dei commenti apparsi sul canale YouTube di Gamers – Tutti pazzi per i videogiochi, la sit-com dedicata al mondo dei videogames ideata da Luca Maragno (direttore della rivista specializzata Game Informer e del vostro sito preferito, www.bestmovie.it) e prodotta dalla catena di negozi più famosa del mondo (in Italia ne ha 330) GameStop.

Tra complimenti, critiche e consigli, ogni martedì (giorno in cui viene pubblicato in Rete il nuovo episodio della settimana), la serie web attira sempre più “followers” e tra i sostenitori cominciano già a nascere i primi fan dei personaggi che si alternano come protagonisti dei vari episodi. Il più quotato è senza dubbio Gigi: «Il dark è il numero 1! grandi ragazzi!», come esclama qualcuno sempre da YouTube, dove il serial viene ufficialmente distribuito. E noi abbiamo incontrato l’attore che lo interpreta, Christian Burruano, per farci raccontare i retroscena della doppia personalità del personaggio e farci mostrare la sua “vera” faccia…

Nonostante la sua giovanissima età (23 anni), Christian Burruano calca i palcoscenici da più della metà della sua vita…

BEST MOVIE: Quando ti sei avvicinato alla recitazione e come?
CHRISTIAN BURRUANO: «Fin da piccolissimo giocavo imitando i personaggi di tutti i film che vedevo. A 11 anni ho frequentato il mio primo corso di teatro. Poi sono entrato al Laboratorio Teatrale di Torino di Carla Pescarmona e successivamente ho incontrato il regista Gabriele Vacis, con il quale sto lavorando per un nuovo adattamento de I rusteghi di Goldoni… Ho fatto anche un corso di doppiaggio, ma la mia aspirazione è il cinema…»

BM: Hai già partecipato ad altre sit-com?
CHRISTIAN BURRUANO: «Sì, ho recitato in Piloti e in un paio di fiction. Da poco ho finito di girare Un passo dal cielo, una nuova serie televisiva con Terence Hill e Katia Ricciarelli, che andrà in onda su Raiuno»

BM: Com’è stato il tuo approccio con Gigi, il dark di Gamers? Hai attinto ai personaggi dei tuoi trascorsi?
CHRISTIAN BURRUANO: «In Gigi c’è più che altro tantissimo del lavoro che ho fatto in passato, imitando gli attori dei film che vedevo in tv. E’ di per sé un personaggio molto divertente che passa dall’euforia a una stato indemoniato. Ed è stata una bella sfida interpretarlo, visti anche i tempi serrati della produzione: abbiamo girato tutti gli episodi in un giono».

BM: Quali difficoltà hai incontrato?
CHRISTIAN BURRUANO: «La cosa più difficile è stato affrontare lo switch tra le due personalità di Gigi, senza perdere il ritmo delle battute. Una delle mie preoccupazioni è stata anche quella di non sembrare strabico… Per passare repentinamente da un sorriso gaio a uno stato “tetro”, ho adottato degli “stratagemmi facciali”: innanzitutto il labbro si inarca in alto verso destra, la testa si abbassa e lo sguardo muta di conseguenza… Il problema però è che la velocità del passaggio mi faceva spesso incrociare gli occhi.  Inoltre, seppure il personaggio sia stato costruito e scelto dagli autori per la sua riconoscibilità anche da parte di un pubblico non appassionato di videogiochi, ho voluto cercare di torglierli il più possibile quel velo da stereotipo, personalizzandolo un po’».

BM: Dunque, troviamo qualcosa di te in Gigi?
CHRISTIAN BURRUANO: «In realtà no. Nessuna delle due personalità di Gigi ha a che fare con la mia. Da un lato è troppo ingenuo e dall’altro è troppo “disturbato”. Quando ho letto la sceneggiatura lo immaginavo ancora dark e anche un po’ gay, ma alla fine è stato adottato un look più soft, più emo-dark».

BM: Com’è stato lavorare sul set di Gamers?
CHRISTIAN BURRUANO: «Sul set c’era una sinergia tale. Nessuno dimostrava quel fastidioso attaccamento al ruolo che ho visto invece altrove… Insomma, nessuno se la tirava e tutti erano pronti a darti consigli utili…».

Ecco Christian Burruano in “abiti civili”:

Guarda l’episodio n.1 di Gamers, con protagonista Gigi, Vita d’inferno:

Ecco la nuova puntata di Gamers, intitolata La scintilla, con protagonista Archimede (Gabriele Ciavarra) l’inventore di giochi improbabili…

© RIPRODUZIONE RISERVATA