George Lucas aveva recentemente dichiarato a Vanity Fair che non avrebbe più lavorato ad un episodio di Star Wars (o a un blockbuster in generale) per via delle critiche affrettate che ricevono questi grandi film. Ora, però, ai microfoni della CBS, il creatore della saga ha spiegato il perché del suo abbandono dopo l’acquisizione della Lucasfilm da parte della Disney.

«Hanno dato uno sguardo alle mie storie e hanno detto di voler fare qualcosa per i fan» ha raccontato George Lucas «La gente non si rende conto che in realtà è una soap opera: parla di problemi familiari, non parla di astronavi! Hanno deciso che non volevano usare quelle storie, hanno deciso che avrebbero fatto qualcosa di loro. A quel punto mi sono rassegnato. In fondo a loro non interessava coinvolgermi più di tanto. E in fondo sapevo che se mi fossi intrufolato avrei combinato solo guai. Perché non faranno quello che avrei voluto facessero. Non ho più alcun controllo. Farei solo casino e quindi mi son detto “ok, io me ne vado per la mia strada, loro per la loro» ha dichiarato Lucas.

Quindi il regista non ha più avuto contatti con la casa di Topolino? «Quando ti lasci con qualcuno, la prima regola è basta telefonate. La seconda regola è non passare vicino a casa sua per spiare cosa stiano facendo. La terza regola è che quando vai nel vostro bar e la incontri non devi affermare che lo raderai al suolo. Devi solo accettarlo e dire “è finita, è storia antica ormai, non mi guarderò più indietro”».

Cosa ne pensate delle affermazioni di Lucas? Cosa succederà in questo VII episodio? Per scoprirlo dobbiamo attendere il 16 dicembre 2015, data della release italiana di Star Wars: Il Risveglio della Forza.

Qui sotto trovate la video-intervista andata in onda sui canali CBS:

Fonte: CBS

© RIPRODUZIONE RISERVATA