«Sentite, lo so cosa pensano tutti. So cosa significa il film, e tutto quello che ho fatto fino ad ora e pensare a qualcosa di originale… Anche se prendo in prestito da un brand molto importante. Quello che posso dire è che sono al lavoro con il cuore in mano. Non voglio fare casini. Se li faremo, mi sentirò da schifo e mi flagellerò fino alla fine dei miei giorni. Ma voglio pensare che ce la faremo.»

Nonostante l’annuncio di un cast coi fiocchi, e tante scuse di circostanza, il reboot al femminile dei Ghostbusters targato Paul Feig è uno dei progetti più osteggiati degli ultimi mesi. Il pubblico non apprezza infatti che un franchise di culto venga distorto, inneggiando sempre di più a boicottare la pellicola al suo arrivo nei cinema.

Che l’idea del film piaccia o meno, “the show must go on“. È infatti di oggi l’annuncio dell’inizio delle riprese, fissato dalla Sony per il prossimo 15 giugno. Il set si dividerà tra Boston (per gli interni) e New York per le scene in esterna. Paul Feig ha anche confermato che la pellicola sarà vietata ai minori di 13 anni, andando (forse) un po’ contro ad alcune sue vecchie dichiarazioni, le quali vedevano il reboot altamente spaventoso ed ispirato a The Walking Dead.

Staremo a vedere.

Leggi anche i Ghostbusters torneranno al cinema con un cast maschile, ecco i piani a lungo termine della Sony

Fonte: collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA