Avevamo lasciato Gina Carano e Lucasfilm ai ferri corti dopo che l’attrice era stata licenziata su due piedi da The Mandalorian a causa dei suoi controversi tweet che accostavano la persecuzione degli ebrei durante l’Olocausto alle tensioni politiche nei confronti dei conservatori negli Stati Uniti.

Dopo mesi di scambi al veleno, da parte di Lucasfilm arriva una decisione piuttosto inaspetatta. La casa di produzione ha candidato Gina Carano, nel ruolo di Cara Dune, come migliore attrice non protagonista per la campagna promozionale verso gli Emmy Awards. L’investitura è ufficiale, perché è riportata sul poster promozionale di The Mandalorian 2 diffuso proprio da Lucasfilm.

Guarda QUI il poster di The Mandalorian con la candidatura di Gina Carano

Nel poster, oltre a Pedro Pascal (nei panni di Din Djarin) nominato come attore protagonista, compaiono anche Giancarlo Esposito (Moff Gideon) e Temuera Morrison (Boba Fett) candidati per i migliori attori non protagonisti e, appunto, Gina Carano come migliore attrice non protagonista.

Cara Dune, del resto, è sempre stata uno dei personaggi più amati dai fan: prima della rottura con Lucasfilm, Carano sembrava quasi pronta a guidare uno spin-off tutto suo. Dopo il 10 febbraio, data del licenziamento, le cose sono completamente cambiate: il personaggio di Cara Dune sparirà dal franchise, così come il suo merchandising.

Nonostante ciò, Lucasfilm ha deciso di segnalare comunque Gina Carano tra le attrici candidabili con l’avvicinarsi delle nomination agli Emmy. In fatto di premi la prima stagione di The Mandalorian si è già rivelata una potenza assoluta: ha ottenuto 15 nomination agli Emmy e ne ha vinti 7. E, nel poster promozionale, compare comunque la lista intera di tutti i “guest actor”. L’assenza di Carano avrebbe fatto forse troppo rumore. Adesso non resta che attendere di vedere come i giurati degli Emmy accoglieranno la sua candidatura.

Foto: Rodin Eckenroth/FilmMagic

© RIPRODUZIONE RISERVATA