Alla fine ci siamo. Alla fine, è arrivato il momento anche per Gotham, una delle serie tv più attese di quest’anno. Ben McKenzie è il detective Gordon, un poliziotto che dovrà vedersela con la corruzione, la malavita e i criminali di una città prossima al tracollo (finanziario e, ovviamente, sociale). Dal suo partner ai vertici della polizia, dalle strade ai palazzi del potere: tutto a Gotham sta diventando marcio.

Ieri sera, è andata in onda la prima puntata. E la critica americana, da Variety a Collider, è stata d’accordo nell’affermare che questo è un ottimo show, con buone premesse, solida regia e un interprete d’eccezione, Ben McKenzie appunto. Al plauso della stampa, è seguito il plauso del pubblico: «great pilot», si legge sul web. «Scritto e recitato ottimamente», aggiunge qualcun altro.

«Le corrispondenze sono chiaramente segnalate per il nostro piacere. Questo non è uno show che ti richiede lavoro duro» Los Angeles Times

«Gotham è dark e duro, ma è anche eccitante e imprevedibile» The Wrap

«Bruno Heller è lo showrunner di questa serie dark, profonda e intrigante: la cosa più vicina a un film trasmessa in Tv» Boston Herald

«Questo sembra più un lavoro per Batman. E, sin da quando parte, la domanda di fondo resta: per quanto tempo Gotham potrà resistere tra fumo, specchi e riferimenti pieni di pudore senza di lui? Un indovinello che neppure l’Enigmista potrebbe risolvere». Variety 

In italia, Gotham farà il suo esordio solo il 12 Ottobre su Italia 1.

Leggi anche: Le rassicurazioni dello showrunner di Gotham ai fan

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA