Mentre Steven Tyler prega per essere in Guardiani della Galassia 3 e James Gunn gli risponde, direttamente dal Toronto Film Festival dove si trova per presentare il dramma Deepwater Horizon, Kurt Russell ha parlato della storia dell’atteso Guardiani della Galassia Vol. 2, in arrivo nelle nostre sale il prossimo aprile.

Nel film Russell interpreta Ego il Pianta Vivente, che nel cinecomic dovrebbe essere il padre di Peter Quill/Star-Lord (Chris Pratt), anche se non sono ancora chiare le dinamiche della sua paternità -forse nel passato è riuscito ad assumere forma umana, chissà. Comunque, soffermandosi sulla trama, l’attore ha rivelato di essere rimasto impressionato dalla sua complessità: «Sono rimasto davvero colpito dal fatto che tutte le persone sul set fossero eccitatissime perché consideravano questo secondo capitolo migliore del primo. Sapevano che stavamo facendo qualcosa di grande e che la storia sarebbe stata più forte di quella precedente. […] Sono rimasto impressionato da quanto visto al Comic-Con, ma praticamente non vi hanno mostrato ancora nulla [ride]».

Russell ha poi concluso: «È un storia davvero complessa e l’hanno sviluppata nel migliore dei modi. Il film potrebbe rappresentare per la Marvel il cinecomic più legato a problemi umani, familiari, genitoriali, tra padri e figli o madri e figli. Credo che il personaggio di Peter sia molto interessante, perché ha decisioni da prendere e dilemmi che non sono solo legati al salvare questa o quella persona. Si tratta di scoprire chi sei, da dove vieni e dove stai andando».

Vi ricordiamo che Guardiani della Galassia Vol. 2 uscirà nelle nostre sale il 25 aprile 2017.

Fonte: Collider 

© RIPRODUZIONE RISERVATA