«Non è questione di soldi. Non è questione di politica. Io posso colpire chiunque. Qualisasi cosa. In qualunque luogo». È con queste parole che il villain di Blackhat, un hacker di una potente organizzazione di criminalità informatica, spaventa Chris Hemsworth e gli agenti di polizia nel trailer italiano del nuovo film di Michael Mann. Titolo attesissimo, che segna il ritorno dietro la macchina da presa del regista a distanza di cinque anni da Nemico pubblico, e arriverà nelle sale il 22 gennaio 2015.
Col suo consueto stile di regia che alterna primi piani, campi lunghissimi, e riprese da telecamera a mano, Mann dirige un thriller che si addentra nelle paure dell’era moderna, iper-tecnologica, dove il concetto di privacy – di qualsiasi forma, finanziaria, domestica, intima – può venire violato con facilità (e il caso Fappening è solo l’ultimo esempio in questo senso).

Ambientato tra Chicago, Giacarta e Hong Kong, il film vede Hesmworth nei panni di un hacker chiamato a collaborare con le autorità americane e cinesi per sventare i piani catastrofici di una cellula criminale, che mira a far collassare l’economia globale. Nel cast anche Viola Davis.

Sotto, il trailer:

© RIPRODUZIONE RISERVATA