Hugh Jackman in Logan

Lo vedremo presto nei panni di P.T. Barnum in The Greatest Showman, ma in una recente intervista con Variety Hugh Jackman ha parlato di quella volta che rifiutò la parte James Bond – prima di Daniel Craig – perché già impegnato con Wolverine.

«Stavo per girare X-Men 2 e mi arriva una telefonata del mio agente che mi chiede se fossi interessato a fare Bond. E in quel momento pensavo che le sceneggiature stessero diventando sempre più improbabili e pazze, e pensavo che avessero bisogno di tornare a essere più crude e realistiche. E la sua risposta è stata: “Tu non potrai dire nulla. Devi solo accettare”. E poi ero preoccupato che tra Bond e X-Men non avrei mai avuto tempo per nient’altro» ha rivelato.

L’attore australiano, ricordiamo, ha detto addio proprio quest’anno al suo Wolverine dopo diciassette anni, e durante l’intervista ha raccontato di rimpiangere di non aver avuto prima l’opportunità di portare sul grande schermo una versione adulta del suo personaggio: «Mi sarebbe piaciuto iniziare a interpretarlo in questo modo 17 anni fa. Quindi sì, ho come la sensazione di essermi perso qualcosa, ma poi quando ho visto Logan, ero fermo lì con le lacrime agli occhi, e con la sensazione che quello fosse il personaggio. E ce l’avevo fatta. Ero calmo e in pace con me stesso, anche se mi mancherà quel ragazzo».

Cosa ne pensate?

Vi ricordiamo che ritroveremo Jackman protagonista al cinema il prossimo 25 dicembre nel musical di Michael Gracey.

Leggi anche Cantando sotto il tendone: su Best Movie di dicembre The Greatest Showman, l’atteso musical con Hugh Jackman

Fonte: CBM

© RIPRODUZIONE RISERVATA