Anche se l’arrivo di Spider-Man in Capatain America: Civil War è stato annunciato solo pochi mesi dopo l’inizio delle riprese del film, pochi giorni fa i Fratelli Russo hanno rivelato che l’entrata negli Avengers dell’Arrampica-Muri è sempre stata parte fondamentale del progetto, sin dalla fase di stesura della sceneggiatura.

Vi domanderete come questo sia possibile, dato che i diritti di Spidey appartenevano ancora a Sony e la sola idea di un passaggio da uno studio all’altro. al tempo, era davvero improbabile. Ebbene, Anthony Russo ha rivelato in merito: «Dal primo secondo in cui abbiamo pensato di scrivere una storia sulla Civil War, Spider-Man è stato parte essenziale di essa. L’accordo commerciale con Sony è stato davvero complesso, per questo ci dicevano sempre di non contare sul personaggio e di creare un Piano B. Noi rispondevamo “Ok, abbiamo capito: troveremo il modo di mandare avanti il film”, ma la verità è che non abbiamo mai avuto un Piano B. Il film è sempre esistito con Spider-Man tra i protagonisti. Era parte della sua storia».

Russo ha poi continuato, spiegando anche l’età di Peter Parker: «È stato molto importante per noi reintrodurre il personaggio. Lo abbiamo voluto giovane e abbiamo scelto Tom Holland (perfetto come Spider-Man!) per interpretarlo. È un adolescente, e abbiamo avuto modo di giocare con quell’età, cosa che pensiamo lo renda molto speciale come supereroe e nell’intero Universo Cinematografico Marvel. Penso che il pubblico lo amerà da impazzire!».

Tutto questo suona davvero promettente, soprattutto in vista del film stand-alone sul personaggio in arrivo il 28 luglio 2017. Al riguardo, David Faraci di Birth. Movies. Death. ha recentemente twittato: «Sto sentendo cose molto interessanti e positive sul nuovo film di Spider-Man, specialmente alcuni rumor su una scelta GRANDIOSA per il cattivo». The journo ha poi twittato: «Sarà un film piccolo, molto incentrato su Peter Parker».

Fonte: CBM

© RIPRODUZIONE RISERVATA