«Non posso darlo per certo. Ma penso proprio che faremo un sequel». Lo ha ammesso Jude Law, il dottor Watson della trasposizione cinematografica di Guy Ritchie, Sherlock Holmes, che ha sbancato i botteghini lo scorso Natale (oltre 469 milioni di dollari di incassi nel mondo, secondo boxofficemojo), durante la conferenza stampa per la presentazione del suo film in uscita, Repo Man (thriller sci-fi di Miguel Sapochnik, che negli Usa debutterà il 19 marzo), riportata da Comingsoon.net. Il successo al box-office, dunque, avrà certamente aiutato, ma si Sherlock Holmes 2 si era cominciato a parlare ben prima dell’uscita del primo capitolo, quando la stampa internazionale aveva fatto il nome di Brad Pitt come papabile avversario di Sherlock-Robert Downey Jr.. Ora Watson-Law dà nuova linfa ai fan di Ritchie, che ha reinventato il celebre investigatore di Arthur Conan Doyle, donandogli un look decisamente action. «Non si tratta di un progetto immininete, insomma non è questione di una settimana, ma credo che entro quest’anno potremmo saperne di più», ha concluso Law, che è stato menzionato negli ultimi giorni come nuovo membro del cast del thriller Contagion di Steven Soderbergh, insiema a Matt Damon, Marion Cotillard e Kate Winslet

© RIPRODUZIONE RISERVATA