In un’intervista rilasciata a Playlist, James Gunn, il regista de I Guardiani della Galassia, ha accennato qualcosa riguardo al capitolo successivo dei Guardiani «darà risposta a molti interrogativi aperti nel primo film» ma sopratutto ha parlato molto di serie TV.

Non ha escluso che possa lavorare in televisione, in futuro, ma anche ammesso che non lo farebbe per più di 6-12 episodi.

Cosa ancora più interessante Gunn ha commentato il finale di due tra le serie di maggior successo degli ultimi anni: Lost e True Detective.

«Sicuramente True Detective è stato un grande esempio sia dal punto di vista della regia che della storia. Per me ha funzionato incredibilmente bene, anche se so che un sacco di persone non la pensano così. A molti non è piaciuto l’ultimo episodio, che invece a me è piaciuto molto, ma io ho un sacco di amici che sono degli atei incalliti e che reagiscono male ogni volta che c’è anche solo un pizzico di misticismo.» 

Opinione opposta quella sul finale di Lost: «L’ultimo episodio di Lost è stato come un incubo per me, un vero e proprio incubo. Sono caduto in una profonda depressione dopo l’episodio, perché credevo in quello show con fervore religioso. Mi sono sentito tradito da quel finale in un modo che fa male anche oggi. Ho creduto in quello show, probabilmente più di quanto abbia creduto in qualsiasi altra opera  e poi… il tradimento.»

Parole dure quelle del regista. Voi? Che ne pensate?

Fonte: Playlist

© RIPRODUZIONE RISERVATA